Logo salute24

Hiv, anche in Europa il farmaco per prevenire l'infezione

L'Agenzia europea per i medicinali ha raccomandato l'autorizzazione al commercio come profilassi pre-esposizione

Per la prima volta potrebbe presto arrivare anche in Europa il farmaco raccomandato per prevenire l'infezione da Hiv. L'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha infatti raccomandato che la Commissione Europea conceda l'autorizzazione al commercio del medicinale nell'Unione.

 

Il farmaco in questione si chiama Truvada e contiene due principi attivi: l'emtricitabina e il tenofovir disoproxil. Quest'ultimo viene convertito dall'organismo nel tenofovir, che insieme all'emtricitabina blocca la replicazione dell'Hiv. Il suo impiego, utile nei casi in cui il rischio di entrare in contatto con il virus è elevato, consente la cosiddetta profilassi pre-esposizione (Prep) e deve essere associato a comportamenti sessuali sicuri, in particolare all'uso del profilattico. In questo modo riduce il rischio di infezione da Hiv - più in particolare dall'Hiv-1, il virus dell'immunodeficienza umana di tipo 1.

 

Il via libera dell'Ema si basa sui risultati di due studi che hanno dimostrato l'efficacia di Truvada come Prep. Il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) ha sottolineato che i possibili effetti avversi sono gli stessi associati all'assunzione di Truvada come trattamento dell'infezione da Hiv-1 (nausea, diarrea, stanchezza, mal di testa e capogiri). Il suo primo utilizzo approvato in Europa risale al 2005 e riguarda proprio il trattamento dell'infezione da Hiv-1.

 

Leggi anche: Farmaci antiretorvirali funzionano nel prevenire l'attacco dell'Hiv.

 

L'opinione del Chmp sarà ora trasmessa alla Commissione Europea, che valuterà l'invito alla concessione dell'autorizzazione al commercio. Spetterà poi ai singoli Stati Membri stabilire il costo del farmaco e la sua eventuale rimborsabilità.

 

Foto: © fotoliaxrender - Fotolia.com

di Silvia Soligon
Pubblicato il 26/07/2016