Logo salute24
Calvizie tmc salute24 hairclinic
Articoli Correlati

Calvizie, individuate le super cellule che fanno ricrescere i capelli

La cura della calvizie negli ultimi ha fatto un passo avanti grazie all’uso di cellule staminali autologhe (del paziente stesso), ed è arrivata ad individuare quelle coinvolte nella rigenerazione e riparazione del tessuto del follicolo pilifero.

 

La medicina ha scoperto che, grazie alla tecnica TCM, Tissue Cluster Machine, è possibile curare i follicoli malati e favorire la ricrescita dai follicoli non atrofizzati.

 

Cellule Staminali e riparatrici nella cura della calvizie.
Nella pelle ci sono cellule che aiutano la pelle a ripararsi più rapidamente nel caso di ustioni e ferite. Le stesse cellule, iniettate in caso di alopecia, possono aiutare i follicoli malati contribuendo a favorire la ricrescita dei capelli. Questo accade oggi grazie alla TCM, Tissue Cluster Machine, che replicando sul capo la teoria medica degli innesti permette di aiutare la ricrescita del capello. 

 

Cos’è e come funziona la TCM?
La TCM, Tissue Cluster Machine, è l’ultima novità in campo rigenerativo. Si tratta di un apparecchio medico che crea dei micro-innesti cutanei organizzati in grado di curare i follicoli piliferi in difficoltà. “La Tissue Cluster Machine è una tecnologia molto sofisticata in grado di disgregare piccoli campioni di cuoio capelluto e creare dei cluster di tessuto vitali organizzati e immediatamente disponibili. L’operazione è svolta da micro bisturi rotanti che estraggono dal tessuto sano le cellule staminali da innestare poi nella aree in cui vi sono follicoli sofferenti”, racconta il dottor Mauro Conti, responsabile scientifico di HairClinic Bio Medical Group da anni impegnato nella ricerca medico-scientifica nel campo della cura dell’alopecia di ogni grado. 

 

Follicoli rigenerabili e capelli in ricrescita, quando è possibile?
“Perdiamo i capelli quando i follicoli sofferenti non hanno più la capacità di funzionare bene. Ma la sofferenza follicolare, come dimostra l’uso della Tissue Cluster Machine, può essere aiutata”, continua il dottor Conti, che con la tecnica TCM lavora ogni giorno sui suoi pazienti di Hair Clinic. “I follicoli in difficoltà possono essere salvati da gruppi di cellule di follicoli sani: creando sub-unità funzionanti e iniettandole nelle zone diradate, sono le cellule staminali stesse ad aiutare le loro colleghe malate attraverso segnali chimici particolari”. La tecnologia TCM è un update notevole del Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS attualmente l’approccio più completo per combattere la calvizie maschile e femminile.

 

Il trapianto di capelli non è la cura della cura della calvizie.

L’autotrapianto di capelli non è più da molto tempo inteso come la cura della calvizie, di fatto la maggior parte dei pazienti trattati con solo trapianto di capelli si vedono dover ridere più volte l’intervento, il trapianto di capelli copre un problema ma non può risolverlo alla base. Per tale ragione la scienza e la ricerca si è incentrata tutta sulla Medicina Rigenerativa e sulle cellule staminali. 

 

Perché il trapianto di capelli non basta?

L'autotrapianto non basta - Intervista "Viver Sani" - HairClinic.it from HairClinic on Vimeo.

di red.
Pubblicato il 01/08/2016

Altri articoli