Logo salute24

Dieta mediterranea, previene rischio di sviluppare cancro di testa e collo

Studio italiano evidenzia i benefici antitumorali di questo regime alimentare

La dieta mediterranea previene il rischio di sviluppare i tumori della testa e del collo. Lo sostengono, in uno studio pubblicata sulla rivista European journal of cancer prevention, i ricercatori italiani dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e del Policlinico “Agostino Gemelli” di Roma, coordinati da Stefania Boccia e Gabriella Cadoni. Secondo gli esperti, l’effetto anti-cancro è maggiore nelle persone che seguono più fedelmente questo regime alimentare.

 

Gli autori hanno analizzato le abitudini nutrizionali di 500 pazienti affetti da tumore della testa e del collo e di 433 persone che non soffrivano di patologie tumorali. In particolare, hanno valutato la fedeltà con cui ogni partecipante osservava la dieta mediterranea, giudicandola sulla base di una scala compresa tra 0 e 12 punti. Hanno, quindi, assegnato un punteggio che va da 0 a 2 punti al consumo di ogni porzione giornaliera o settimanale dei seguenti alimenti: frutta, verdura, legumi, pesce, carne e alcolici.

 

In base a questo sistema, il punteggio più elevato si ottiene consumando quotidianamente più di 2 porzioni (>300 grammi) di frutta e oltre 2-3 porzioni (>250 grammi) di verdura; assumendo più di 2 porzioni (>140 grammi) di legumi e oltre 2-3 porzioni (>250 grammi) di pesce a settimana; e, infine, mangiando una sola porzione (<80 grammi) di carne e bevendo tra i 12 e i 24 grammi di alcol al giorno.

 

Leggi anche: Cancro: 10 consigli per prevenirlo attraverso l'alimentazione

 

Al termine dell’indagine, gli studiosi hanno osservato che seguire la dieta mediterranea tradizionale previene il rischio di cancro della testa e del collo. In particolare, è emerso che gli individui che seguivano più fedelmente questo regime alimentare, correvano un pericolo inferiore del 50% di sviluppare la malattia, rispetto a chi lo faceva solo in parte.

 

“Dal nostro studio emerge che seguire la tradizionale dieta mediterranea riduce il rischio di tumori della testa e del collo - spiega la dottoressa Boccia -. Nello specifico, chi vantava un punteggio superiore a 6 aveva un rischio ridotto del 50% rispetto a chi aveva un punteggio minore di 4. È stato, inoltre, osservato che un'alta aderenza alla dieta mediterranea è stata riscontrata solo nel 10% delle persone senza patologie tumorali. La sfida più importante è quindi motivare i cittadini ad alimentarsi in modo corretto”.

 

Foto: © Natalia Merzlyakova - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 11/08/2016

potrebbe interessarti anche: