Logo salute24

Cuore, ecco come mantenerlo giovane e sano

Cinque regole che aiutano proteggere la salute cardiovascolare

Come mantenere il cuore giovane e sano? Basta dormire a orari regolari, praticare attività fisica e consumare abitualmente caffè, cereali integrali e alimenti ricchi di omega-3. Sono numerose le ricerche che hanno dimostrato i benefici di uno stile di vita corretto per la salute cardiaca. Ecco cinque abitudini che aiutano a proteggere il benessere del cuore e a prevenire lo sviluppo di malattie cardiovascolari.

 

Mangiare cereali integrali - Secondo uno studio pubblicato nel 2016 dall’Harvard University, consumare tutti i giorni una porzione di 16 grammi di cereali integrali - come grano integrale, avena, riso integrale e quinoa - potrebbe abbassare del 9% il pericolo di morire per una cardiopatia.  Inoltre, mangiarne tre porzioni al giorno o circa 50 grammi, potrebbe ridurre del 25% il rischio di morte per malattie cardiache.

 

Dormire a orari regolari - Uno studio americano pubblicato sulla rivista Annals of Behavioral Medicine ha dimostrato che chi va a letto presto e si sveglia presto al mattino, gode di una salute cardiaca migliore di chi fa le ore piccole e tende ad alzarsi tardi. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che per avere un cuore protetto occorre riposare 7-8 ore a notte e dormire a orari regolari. Inoltre, hanno osservato che chi va a letto presto ha anche meno probabilità di adottare abitudini scorrette che possono nuocere alla salute cardiaca, come fumare, condurre uno stile di vita sedentario e seguire una dieta povera di frutta e verdura.

 

Leggi anche: Pressione: se diversa tra un braccio e l'altro, il cuore è in pericolo

 

Praticare attività fisica - Una ricerca condotta dagli scienziati del Charles E. Schmidt College of Medicine della Florida Atlantic University ha scoperto che camminare solo 20 minuti al giorno a ritmo sostenuto, potrebbe permettere non solo di bruciare circa 700 calorie a settimana, ma anche di ridurre del 30-40% il rischio di sviluppare malattie cardiache. 

 

Bere tè e caffè - In uno studio pubblicato nel 2015 sulla rivista Circulation, i ricercatori dell’Harvard University Chan School of Public Health hanno scoperto che chi beve da tre a cinque tazzine di caffè al giorno ha meno probabilità di morire a causa di malattie cardiache, rispetto a chi ne consuma quotidianamente meno di due. Anche il tè fa bene al cuore: uno studio americano pubblicato all'inizio del 2016, ha dimostrato che chi consuma da una a tre tazze di tè nero o verde al giorno corre un rischio inferiore del 35% di essere colpito da un attacco cardiaco.

 

Consumare cibi ricchi di grassi “buoni” - I ricercatori della Stanford University School of Medicine hanno scoperto che mangiare alimenti ricchi di acidi grassi omega-3, come il salmone e le sardine, potrebbe ridurre del 10% il rischio di subire un attacco cardiaco. Inoltre, uno studio condotto dalla Ohio State University ha scoperto che il consumo di acido linoleico, che fa parte degli acidi grassi omega-6 ed è contenuto negli oli vegetali, potrebbe avere un effetto benefico per la salute del cuore. I partecipanti che ne avevano un contenuto più elevato nel sangue, infatti, presentavano all’interno degli organi vitali meno grassi nocivi per il cuore.

 

Foto: ©  psdesign1 - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 03/10/2016

potrebbe interessarti anche: