Logo salute24

Non solo glutine: scoperte proteine del grano che scatenano infiammazione

Potrebbero essere le vere responsabili della sensibilità al glutine non celiaca

Alla base dell’infiammazione associata a patologie croniche come la sclerosi multipla, l’asma, l’artrite reumatoide e anche la sensibilità al glutine non celiaca potrebbero esserci proteine del grano diverse dal ben noto glutine. A suggerirlo è uno studio presentato a Vienna in occasione della Settimana dell’United European Gastroenterology (Ueg), organizzazione che riunisce le principali società europee nell’ambito della salute dell’apparato digerente.

 

Le proteine in questione sono gli inibitori dell’amilasi-tripsina (Ati) e secondo lo studio presentato a Vienna la loro ingestione potrebbe scatenare un’infiammazione anche in organi non appartenenti all’apparato digerente, come i linfonodi, i reni, la milza e il cervello. In particolare, gli Ati potrebbero aggravare sia i sintomi delle malattie infiammatorie intestinali sia quelli dell’artrite reumatoide, della sclerosi multipla, dell’asma, del lupus eritematoso sistemico e della steatosi epatica non alcolica. E nonostante rappresentino una piccola frazione delle proteine del grano (non più del 4%) sarebbero in grado di scatenare una reazione immunitaria potente.

 

Per quanto riguarda la sensibilità al glutine non celiaca, Detlef Schppan, autore principale dello studio, ha spiegato che il tipo di infiammazione intestinale associata a questo disturbo è diversa da quella tipica della celiachia. “Non crediamo che sia scatenata dalle proteine del glutine - ha sottolineato l’esperto - Piuttosto, abbiamo dimostrato che gli Ati del grano, che contaminano anche il glutine in commercio, attivano specifiche cellule dell’immunità dell’intestino e in altri tessuti”.

 

In effetti questo disturbo si differenzia dalla celiaca anche per il fatto di essere caratterizzato da sintomi extraintestinali, ad esempio mal di testa, dolori articolari ed eczemi. Forse, ha suggerito Schuppan, “piuttosto che 'sensibilità al glutine non celiaca', [definizione] che implica che sia il glutine da solo a causare l’infiammazione, dovrebbe essere preso in considerazione un nome più preciso per [questa] malattia”.

 

Foto: © Teodora_D - Fotolia.com

di Silvia Soligon
Pubblicato il 20/10/2016