Logo salute24

Nuovo anticoncezionale ormonale per "lui", efficace nel 96% dei casi

Ma deve essere migliorato, perché può causare depressione

Prodotto un nuovo anticoncezionale ormonale per uomini, che risulta efficace nel 96% dei casi. Lo ha messo a punto, durante uno studio pubblicato sulla rivista Journal of clinical endocrinology & metabolism, un team internazionale di ricercatori coordinato dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Il contraccettivo, che si somministra tramite iniezioni, presenta tuttavia il rischio di andare incontro ad alcuni effetti collaterali, come la depressione e altri disturbi dell'umore. Di conseguenza, gli esperti precisano che prima di entrare in commercio dovrà essere perfezionato e reso più sicuro.

 

Nel corso della ricerca, gli autori hanno cercato di scoprire se il nuovo contraccettivo iniettabile fosse in grado di azzerare la produzione di spermatozoi. Lo hanno quindi somministrato a 320 uomini sani di età compresa tra 18 e 45 anni. Tutti i partecipanti producevano un normale numero di spermatozoi e, da almeno un anno, avevano una relazione monogama con partner di sesso femminile di età compresa tra 18 e 38 anni. I volontari hanno ricevuto iniezioni di 200 milligrammi di un progestinico a lunga durata d'azione chiamato noretisterone enantato, e di 1.000 milligrammi di un androgeno chiamato testosterone undecanoato, per un periodo di 26 settimane. Tuttavia, dato che le iniezioni sono state somministrate a distanza di otto settimane, la sperimentazione è durata 56 settimane.

 

Leggi anche: Con i contraccettivi orali  meno decessi per tumore ovarico

 

Al termine dell’indagine, è emerso che il metodo contraccettivo aveva ridotto il numero degli spermatozoi di 274 partecipanti a meno di 1 milione/ml entro 24 settimane. Inoltre, gli scienziati hanno osservato che l’anticoncezionale è stato efficace in quasi il 96% dei volontari. Solo quattro gravidanze si sono verificate durante la verifica dell’efficacia del contraccettivo iniettabile. Tuttavia, numerosi soggetti hanno riportato eventi avversi come depressione e altri disturbi dell'umore. Pertanto, gli scienziati ritengono che l’anticoncezionale debba essere migliorato, affinché sia sicuro, oltre che efficace.

 

“Lo studio dimostra che è possibile ottenere un contraccettivo ormonale per maschi che riduce il rischio di gravidanze non pianificate nelle partner degli uomini che lo utilizzano - osserva Mario Philip Reyes Festin, dell'Oms -. I nostri risultati confermano l'efficacia di questo metodo, precedentemente osservata in studi più piccoli. Ma è necessario condurre ulteriori ricerche per perfezionarlo, in modo che possa essere ampiamente impiegato dagli uomini come metodo di contraccezione. Anche se le iniezioni sono efficaci nel ridurre il tasso di gravidanza, la combinazione di ormoni deve essere studiato più approfonditamente, per ottenere un buon equilibrio tra efficacia e sicurezza”.

 

Foto: © apops - Fotolia.com

di n.c.
Pubblicato il 31/10/2016