Logo salute24

Asma, rischio aumenta senza frutta e vegetali freschi

Colpiti soprattutto bambini e ragazzi

Chi non ha la possibilità di consumare regolarmente alimenti sani e frutta e vegetali freschi, corre un rischio maggiore di soffrire di asma. È quanto emerge da uno studio presentato dai ricercatori dell'American college of allergy, asthma and immunology (Acaai) durante il Convegno annuale dell'associazione, che si è svolto dal 10 al 14 novembre a San Francisco (Usa). Secondo gli autori, l'incidenza della malattia è più elevata soprattutto tra i ragazzini che abitano nei “deserti alimentari”, aree urbane in cui è difficile reperire cibo fresco o salutare a prezzi accessibili. “È difficile far mangiare a qualsiasi ragazzo la corretta quantità di frutta e verdura fresca – osserva Maripaz Morales, membro di Acaai e co-autore dello studio -, ma i bambini che vivono nei deserti alimentari hanno uno svantaggio ancora più grande."

 

La ricerca è stata condotta su 2.043 minori di età compresa tra 6 e 18 anni. Fra questi, il 57% abitava a una distanza di almeno 800 metri da un negozio di alimentari, mentre il 10% doveva percorrere almeno un chilometro e mezzo per raggiungere il primo emporio. Dopo averne esaminato le condizioni sanitarie, gli studiosi hanno scoperto i bambini e i ragazzi che non avevano accesso alla frutta e alla verdura fresche, correvano un rischio maggiore di soffrire di asma, rispetto a quelli che consumavano frequentemente questi alimenti.

 

Leggi anche: I secondogeniti  corrono un rischio minore di soffrire asma e raffreddore

 

In particolare, l'indagine ha evidenziato che i giovani che risiedevano nei deserti alimentari avevano il 21% di probabilità di soffrire della malattia respiratoria, mentre la percentuale si fermava al 17% tra i ragazzini che avevano facile accesso al cibo fresco o salutare. Anche se ritengono che siano necessarie ulteriori ricerche per confermare i risultati ottenuti, gli esperti evidenziano che ci sono diverse prove del fatto che le persone che seguono diete ricche di determinate vitamine corrono minori rischi di sviluppare la patologia respiratoria. Sottolineano, inoltre, che se l'organismo non riceve abbastanza sostanze nutritive, diventa più vulnerabile  agli attacchi dei virus e ai disturbi respiratori che possono provocare l'asma.

 

Foto: © Giuseppe Porzani - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 22/11/2016

potrebbe interessarti anche: