Logo salute24

Ecco l'interruttore molecolare che spegne gli attacchi di asma

E' formato da proteine che controllano l'attività di cellule coinvolte nell'infiammazione

Per spegnere gli attacchi di asma potrebbe essere sufficiente premere su un interruttore molecolare identificato da un gruppo di ricercatori della Scuola di Medicina della Johns Hopkins University (Baltimora, Stati Uniti). In uno studio pubblicato sul Journal of Biological Chemistry gli scienziati, coordinati da Nicola Heller, hanno infatti identificato una serie di proteine che controllando vie infiammatorie all'interno delle cellule possono accendere o spegnere i segnali immunitari che portano agli attacchi di asma, e che nei pazienti asmatici sono continuamente attive.

 

In particolare, i ricercatori di sono concentrati sul ruolo giocato da Grb10 e p70s6K, due proteine coinvolte nell'attivazione di un gruppo di globuli bianchi (i macrofagi M2) che in caso di asma emettono segnali persistenti che reclutando altre cellule dall'azione infiammatoria, aumentando così il rischio di un classico attacco. Con il passare del tempo questa infiammazione porta ad alterazioni del tessuto polmonare, modificandolo irreversibilmente.

 

Studi precedenti avevano già dimostrato il coinvolgimento della proteina Irs-2; questa nuova ricerca ha svelato che Irs-2 può essere presente in una forma “accesa” e una forma “spenta”, che quest'ultima blocca la formazione dei macrofagi M2 e che in assenza di Grb10 e p70s6K (a loro volta attivate dai segnali che attivano Irs-2) rimane “accesa”, dimostrando che Grb10 e p70s6K sono coinvolte nella produzione dei macrofagi M2.

 

Ora i ricercatori stanno approfondendo gli studi sul coinvolgimento di questo interruttore molecolare nelle reazioni allergiche. La scoperta potrebbe però avere implicazioni anche in altri ambiti, come quello oncologico e la lotta all'obesità, in cui ebtra in gioco l'azione dei macrofagi M2.

 

Foto: © sarra22 - Fotolia.com

di Silvia Soligon
Pubblicato il 07/12/2016