Logo salute24

Cancro, identificato un tumore di 255 milioni di anni

Si tratterebbe di un odontoma, formazione benigna associata alla comparsa di denti in miniatura

Nel corso di una ricerca pubblicata sulle pagine di JAMA Oncology un gruppo di ricercatori dell'Università di Washington di Seattle, negli Stati Uniti, ha identificato per la prima volta un tumore in un antenato dei mammiferi vissuto 255 milioni di anni fa. La scoperta potrebbe aiutare a gettare luce sull'origine filogenetica del cancro.

 

“La comprensione del contesto evolutivo delle malattie dei mammiferi, cancro incluso, resta vaga”, spiegano gli autori della ricerca pubblicata su JAMA Oncology. Guidati da Megan Whitney, i ricercatori hanno fatto un passo avanti verso una sua maggiore conoscenza analizzando la mascella dei gorgonopsi, un gruppo di animali vissuti tra 260 e 240 milioni di anni fa. Al suo interno hanno identificato delle strutture simili ai dei denti che potrebbero corrispondere ai denti in miniatura tipici dell'odontoma composto, un tumore benigno piuttosto diffuso ma dalle cause ignote.

 

Nell'uomo l'odontoma composto è caratterizzato proprio dalla presenza di denti in miniatura che possono causare il riassorbimento dei denti veri e propri. Prima di questa ricerca nessuno li aveva mai identificati in antenati così distanti dei mammiferi. “Il riconoscimento di un odontoma in un antenato dell'uomo così lontano – sottolineano i ricercatori – suggerisce che sia improbabile che questa condizione sia associata a caratteristiche della dentatura umana o a caratteristiche fisiologiche, ma che sia comparsa molto prima nell'evoluzione dei vertebrati”.

 

Tumori, fra le cause del cancro ci sono anche i virus: guarda la photogallery!

 

Foto: © hywards - Fotolia.com

di s.s.
Pubblicato il 13/12/2016