Logo salute24

Facebook, in caso di tristezza meglio farne a meno

L’uso del social network potrebbe influenzare negativamente il benessere emotivo

Quando si sta attraversando un periodo difficile, usare Facebook potrebbe rendere ancora più tristi. Osservare le immagini di persone gioiose potrebbe, infatti, generare sentimenti d’invidia e aumentare il grado d’insoddisfazione per la propria esistenza. Lo afferma Morten Tromholt, ricercatore dell’Università di Copenhagen (Danimarca), in uno studio pubblicato sulla rivista Cyberpsychology, behavior, and social networking. Secondo l’esperto, l’uso del social network potrebbe influenzare negativamente il benessere emotivo delle persone. Per cui, in caso di tristezza, sarebbe consigliabile farne a meno.

 

La ricerca è stata condotta su 1.095 persone dell’età media di 34 anni, che utilizzavano Facebook per più di un’ora al giorno. In primo luogo, Tromholt ha chiesto ai partecipanti di rispondere a un sondaggio online della durata di 15 minuti, diretto a testarne il benessere emotivo. Successivamente, li ha suddivisi in due gruppi: il primo, quello di controllo, poteva continuare a usare normalmente il social network, mentre il secondo doveva smettere di utilizzarlo per una settimana. Il settimo giorno, i volontari sono stati invitati a rispondere a un altro sondaggio, molto simile a quello precedente.

 

Leggi anche: Nevrotico, narcisista  o riflessivo? Lo rivela il profilo Facebook

 

Al termine dell’esperimento, l’autore ha constatato che smettere di usare il social network aveva prodotto nei partecipanti due effetti positivi: aveva migliorato il benessere emotivo e il livello di soddisfazione della propria vita. Nello specifico, i soggetti che non avevano potuto utilizzare Facebook manifestavano meno emozioni negative e apparivano più sereni e appagati rispetto a quanto lo erano stati sette giorni prima, quando avevano svolto il primo test. Inoltre, il grado di miglioramento dello stato d’animo di ciascuno dipendeva dalla quantità di tempo che in precedenza aveva dedicato al social network.

 

Lo studio dimostra, secondo l’autore, che Facebook potrebbe avere effetti negativi sulle persone. Assistere passivamente alla gioia degli altri, infatti, potrebbe suscitare sentimenti d’invidia e alimentare l’insoddisfazione per la propria vita. “La maggior parte delle persone utilizza Facebook ogni giorno, ma pochi sono consapevoli delle conseguenze di quest’abitudine – osserva Tromholt -. Questo studio fornisce la prova causale che l'uso di Facebook influisce negativamente sul benessere delle persone”.

 

Foto: © Rawpixel - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 23/12/2016

potrebbe interessarti anche: