Logo salute24

Nel corpo umano c’è un nuovo organo: il mesentere

Finora era ritenuto soltanto una piega del peritoneo

È sempre stato lì, ma finora nessuno lo aveva riconosciuto: identificato un nuovo organo presente nell’organismo umano. Si tratta del mesentere, una parte dell'apparato digerente, che finora era stata considerata soltanto come una “piega del peritoneo”, caratterizzata da una struttura complessa e frammentata. Il primo ad accorgersi dell’errore è stato J. Calvin Coffey, docente presso l’Università di Limerick (Irlanda), che oltre a riclassificarlo come “organo”, ha scoperto che il mesentere presenta una struttura semplice e continua.

 

“Nel corpo umano è presente un organo che non era mai stato riconosciuto come tale fino ad oggi - spiega lo studioso -. La descrizione anatomica del corpo umano che ha dominato negli ultimi 100 anni non è corretta. Questo organo è tutt'altro che frammentato e complesso. È semplice e con una struttura continua”.

 

Leggi anche: Malattie apparato digerente:  ricovero nei reparti “sbagliati”  raddoppia rischio mortalità

 

Durante uno studio pubblicato sulla rivista The Lancet Gastroenterology & Hepatology, il ricercatore ha osservato che il mesentere non serve soltanto a collegare intestino e addome. A suo avviso, potrebbe svolgere un importante nel processo digestivo. Approfondirne la conoscenza, potrebbe dunque fornire informazioni utili per comprendere meglio i meccanismi alla base delle malattie dell’apparato digerente. Inoltre, potrebbe consentire di rendere le operazioni chirurgiche meno invasive e capaci di provocare meno complicazioni. Potrebbe anche servire a rendere il recupero dei pazienti più rapido e a ridurre i costi complessivi degli interventi.

 

“La scoperta è universalmente rilevante, perché riguarda tutti noi – sottolinea il professor Coffey -. Abbiamo identificato l’anatomia e la struttura del mesentere. Il passo successivo consisterà nell’individuarne la funzione. Se riusciamo a comprenderne la funzione, potremo anche individuare le anomalie nel suo funzionamento e quindi le malattie che lo colpiscono. Mettendo insieme tutte queste informazioni avremo il campo della scienza mesenterica ... la base per una nuova area della scienza”.

di Nadia Comerci
Pubblicato il 05/01/2017

potrebbe interessarti anche: