Logo salute24

Essere altruisti paga: assistere gli altri allunga la vita

Prendersi cura dei propri cari non-autosufficienti è sicuramente un lavoro difficile, ma forse sapere che la gratificazione nel rendersi utile e nell`aiutare chi si vuole bene, secondo un recente studio, fa vivere di più potrà quantomeno alleviare la fatica. È quanto emerge dalla ricerca pubblicata su Psychological Science condotta dagli studiosi dell`Università del Michigan, secondo i quali le persone che trascorrono almeno 14 ore a settimana a prendersi cura di una persona cara vivono più a lungo degli altri.
Lo studio supporta i risultati di ricerche precedenti che avevano dimostrato come, in termini di salute e longevità, sia meglio dare che ricevere. L`esperimento è stato condotto sui dati raccolti in 7 anni su un campione di persone di età pari o superiore a 70 anni, e in particolare sui membri di 1668 coppie. All`inizio dello studio, nel 1993, ogni soggetto ha dovuto indicare quale tipo di aiuto riceveva dal proprio partner per svolgere alcune attività quotidiane quali: nutrirsi, cucinare, vestirsi, lavarsi, gestire il denaro e prendere i farmaci. L`81% degli intervistati ha dichiarato di non aver bisogno di aiuto, il 9% di ricevere ausilio per meno di 14 ore a settimana, e l`ultimo 10% di essere assistito per oltre 14 ore.
Nel corso dello studio, 909 persone, circa il 27% del campione, sono decedute. Dopo aver analizzato lo stato di salute, l`età, la razza, il sesso, il livello d`istruzione, la professione e lo status economico, i ricercatori hanno osservato un dato rilevante: il tasso di mortalità riscontrato tra le persone che assistevano il proprio coniuge per almeno 14 ore a settimana era più basso rispetto a quelli che non lo facevano. Dal confronto emergeva un dato inequivocabile per l`équipe americana: l`effetto benefico che il prendersi cura degli altri esercita sulla salute degli individui. Insomma, gli "altruisti" vivono di più.

di nadia comerci
Pubblicato il 28/11/2008