Logo salute24

Gravidanza, sesso del bebè influenza sistema immunitario della mamma

Le reazioni del sistema immunitario di una donna incinta potrebbero essere influenzate dal sesso del nascituro. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Brain, behavior, and immunity dai ricercatori dell'Ohio State University Wexner Medical Center di Columbus (Usa), secondo cui coloro che aspettano bambine femmine hanno maggiori probabilità di produrre una risposta infiammatoria più elevata in presenza di agenti patogeni. 

 

La ricerca ha coinvolto 80 donne incinte, delle quali 46 aspettavano dei maschietti, mentre 34 delle femminuccie. Le partecipanti sono state seguite per tutta la gravidanza. Durante questo periodo, gli scienziati hanno monitorato i livelli di citochine - molecole proteiche rilasciate dalle cellule del sistema immunitario – presenti nel sangue delle partecipanti. Inoltre, hanno prelevato alcuni campioni di cellule immunitarie dalle future mamme e li hanno esposti, in laboratorio, all'azione di alcuni batteri.

 

Al termine dell'indagine, gli studiosi hanno osservato che i livelli di citochine nel flusso sanguigno erano simili in tutte le volontarie. Invece, la reazione delle cellule immunitarie di fronte agli attacchi degli agenti patogeni variava in base al sesso del nascituro. “Mentre le donne non mostravano differenze nei livelli di citochine nel sangue in base al sesso del feto, abbiamo scoperto che le cellule immunitarie delle donne che ospitavano feti femminili hanno prodotto più citochine pro-infiammatorie quando sono state esposte ai batteri – spiega Amanda M. Mitchell, che ha diretto lo studio -. Ciò significa che rispetto alle donne che portano in grembo feti di sesso maschile, quelle che portano feti di sesso femminile hanno mostrato una risposta infiammatoria più elevata quando il loro sistema immunitario è stato messo alla prova”.

 

Secondo gli esperti, la maggiore infiammazione osservata tra le donne che portano in grembo feti femminili potrebbe spiegare, almeno in parte, il motivo per cui le future madri di bimbe femmine tendono a sperimentare sintomi più gravi di alcuni disturbi sanitari, come l'asma, rispetto a quelle che daranno alla luce bimbi maschi. I ricercatori ritengono che l'associazione tra sesso del feto e infiammazione materna potrebbe essere dovuta all'azione degli ormoni sessuali o di altri ormoni presenti nella placenta. Tuttavia, precisano che prima di poterlo affermare con certezza, occorre condurre ulteriori ricerche.

 

Foto: © Maksim Šmeljov - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 14/03/2017

potrebbe interessarti anche: