Logo salute24

Perché gli occhi diventano rossi? Le cause e i sintomi associati

Può capitare di ritrovarsi con gli occhi rossi. Il meccanismo che li fa arrossare è semplice da spiegare: i vasi sanguigni presenti al loro interno si possono rompere, lasciando fuoriuscire il sangue, oppure dilatarsi fino a diventare evidenti e spiccare rispetto al biancore della sclera (la parte bianca dell’occhio).

 

Le cause alla base di queste alterazioni possono essere diverse, associarsi a sintomi differenti e richiedere trattamenti altrettanto diversi. A volte, ad esempio, gli arrossamenti oculari sono scatenati da una congiuntivite virale, un’infezione molto contagiosa particolarmente frequente in età scolare che può scatenare anche prurito, lacrimazione intensa, secrezioni, sensibilità alla luce, sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio e problemi alla vista. Altre volte, invece, la congiuntivite non è causata da virus e non è contagiosa: si tratta dei problemi di natura allergica o derivanti da un uso improprio delle lenti a contatto.

 

Altre volte ancora gli occhi si arrossano a causa della presenza di un’ulcera (cioè una ferita aperta) sulla cornea. In questi casi l’arrossamento può essere associato a dolori o indolenzimenti dell’occhio colpito, secrezioni, sensibilità alla luce e riduzione della vista. Inoltre si potrebbe scorgere una macchia bianca proprio sulla cornea. Spesso l’ulcera corneale può essere la conseguenza di traumi o danni all’occhio. Può essere associata, ad esempio, all’uso delle lenti a contatto, oppure da problemi alle palpebre o all’herpes labiale. Inoltre spesso si associa a infezioni batteriche o, meno spesso, da funghi, virus o parassiti. Infine, può essere associata a un’allergia.

 

Ci sono poi dei casi in cui gli occhi si arrossano a causa di una lacrimazione inadatta. Il problema può essere associato a variazioni ormonali, alla presenza di malattie specifiche o all’assunzione di alcuni farmaci, ed è comunemente noto come sindrome dell’occhio secco. Questo problema può essere associato a bruciori, dolori o fitte pungenti, sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio, difficoltà a tollerare le lenti a contatto, nella lettura o mentre si guarda la televisione, vista appannata, secrezioni filamentose a affaticamento oculare.

 

Infine, a volte i vasi sanguigni associati alla congiuntiva si rompono a causa di piccoli danni o traumi, come quelli che possono essere causati semplicemente sfregando l’occhio. Altre volte la rottura è associata a problemi come il diabete o la pressione alta, oppure, ancora, all’assunzione di farmaci. E’ un’emorragia sottocongiuntivale, un problema in genere non grave e non associato ad altri sintomi: il sangue si accumula semplicemente tra la congiuntiva e la sclera.

 

Il modo migliore per sapere con che cosa si ha a che fare è consultarsi con il proprio medico per ricevere una diagnosi precisa e, se necessario, la prescrizione dei farmaci più adatti per risolvere il disturbo.

 

Foto : © Syda Productions - Fotolia.com

di red.
Pubblicato il 02/05/2017

potrebbe interessarti anche: