Logo salute24

Essere genitori fa vivere più a lungo

Essere genitori potrebbe aiutare a vivere più a lungo. Le persone che hanno messo al mondo almeno un bambino sarebbero, infatti, più longeve degli individui senza figli. Lo sostengono, in uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Epidemiology & Community Health, i ricercatori della Stockholm University e del Karolinska Institutet di Stoccolma (Svezia), che hanno anche scoperto che il sesso dei figli non influenzerebbe la durata della vita dei genitori.

 

Gli autori hanno monitorato la durata dell’esistenza, a partire dall’età di 60 anni, di 1.429.771 cittadini svedesi (704.481 uomini e 725.290 donne). Hanno verificato, inoltre, se i partecipanti fossero sposati, se avessero avuto dei bambini e, in tal caso, se i figli fossero maschi o femmine. Al termine dell’esame, hanno osservato che il rischio di morte aumentava in concomitanza con l'incremento dell'età, indipendentemente dal fatto che gli individui fossero genitori o meno. Ma hanno rilevato, inoltre, che a parità di altri fattori – come il livello d’istruzione -, il pericolo di morire risultava più basso tra le persone che avevano avuto almeno un figlio, rispetto a quelle che non avevano mai messo al mondo un bambino.

 

Per esempio, gli esperti hanno scoperto che il rischio di morte entro un anno per un uomo di 80 anni con figli era pari al 7,4%, mentre per un individuo dello stesso sesso e della stessa età senza figli saliva all’8,3%. Secondo i ricercatori, il divario tra i due gruppi aumentava con il passare degli anni e risultava maggiore tra gli uomini che tra le donne: all’età di 60 anni il rischio di morte entro un anno tra le persone non sposate era maggiore dello 0,06% per gli uomini e dello 0,16% per le donne, ma a 90 anni raggiungeva l’1,47% tra gli uomini e l’1,10% tra le donne. 

 

Le associazioni riscontrate, spiegano gli scienziati, erano evidenti sia tra le persone sposate che tra quelle non sposate, ma apparivano più marcate tra gli uomini non sposati: la differenza del rischio di morte rispetto ai coetanei che avevano avuto figli era dell'1,2% tra gli uomini single e dello 0,6% tra quelli sposati. Secondo gli esperti, questo dato potrebbe essere influenzato dal fatto che in assenza di una partner, gli uomini non sposati potrebbero affidarsi maggiormente alle cure dei figli. Infine, gli esperti hanno osservato che il sesso dei figli non influiva sul rischio di morte dei genitori.

 

Foto: © Tatyana Gladskih - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 16/03/2017

potrebbe interessarti anche: