Logo salute24

Malattie croniche, ecco il test che predice il rischio

Il rischio di ritrovarsi alle prese con le malattie croniche è scritto nel sangue, e un gruppo di esperti statunitensi ha trovato il modo per leggerlo: basta un semplice esame del sangue. La notizia arriva dall'Intermountain Medical Center Heart Institute di Salt Lake City, dove è stato messo a punto un indice (battezzato Ichron, da Intermountain Chronic Disease Risk Score) che combinando l'età dei pazienti con i risultati di test del sangue di routine permette di predire quando, nei 3 anni successivi all'esame, verrano diagnosticate patologie come il diabete, l'insufficienza renale, la coronaropatia, l'infarto, lo scompenso cardiaco, le arteriopatie periferiche, la fibrillazione atriale, l'ictus e le demenze.

 

“Il nostro obiettivo era creare uno strumento clinico che fosse utile, facilmente ottenibile e che non rallentasse il flusso di lavoro dei nostri medici”, spiega Heidi May, esperta di epidemiologia cardiovascolare dell'Intermountain Medical Center Heart Institute. I risultati ottenuti fino ad oggi dimostrano che l'indice messo a punto ha un'accuratezza del 77-78%; la sua efficacia è stata verificata in almeno un'occasione. “Speriamo che Ichron possa essere utilizzato per riuscire a identificare i pazienti più a rischio di malattie croniche e che quindi hanno bisogno di cure più personalizzate”, commenta May, spiegando che, “ad esempio, se un paziente ha ricevuto un punteggio Ichron elevato il medico potrebbe pianificare visite più frequenti o trattamenti più aggressivi”. E se, invece, il punteggio fosse basso? “Potenzialmente – spiega ad esempio l'esperta – ci si potrebbe sottoporre meno spesso a visite”.

 

 

Foto: © カシス - Fotolia.com

di s.s.
Pubblicato il 31/03/2017