Logo salute24

Mal di schiena, massaggi sono efficaci contro il dolore

I massaggi sarebbero in grado di attenuare efficacemente il dolore provocato dal mal di schiena cronico. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Pain Medicine dai ricercatori dell’Indiana University-Purdue University di Indianapolis (Usa), secondo cui basterebbero 10 sedute per sperimentare miglioramenti significativi.

 

La ricerca è stata condotta su 104 persone affetta da lombalgia cronica, che sono state invitate a seguire un trattamento costituito da 10 massaggi effettuati da un professionista. La procedura è stata eseguita all’interno di un ambulatorio, che replicava le condizioni che è possibile trovare, nel mondo reale, negli ambienti in cui vengono effettuati i massaggi. 

 

Al termine dell’esperimento, gli autori hanno scoperto che oltre il 50% dei partecipanti aveva ottenuto miglioramenti clinicamente significativi e che la maggior parte aveva sperimentato una riduzione del dolore. In particolare, le probabilità di sperimentare cambiamenti clinicamente significativi erano più alte tra i volontari adulti e anziani. Miglioramenti rilevanti sono stati riportati anche dai soggetti obesi, tuttavia questi effetti positivi non sono stati conservati nel corso del tempo. 

 

L’indagine ha evidenziato, inoltre, che i pazienti che durante la sperimentazione assumevano antidolorifici oppioidi, in alcuni casi hanno mostrato una riduzione  del dolore. Tuttavia, rispetto ai soggetti che non assumevano questi farmaci, avevano il doppio di probabilità di non sperimentare cambiamenti clinicamente significativi.

 

Secondo gli esperti, i risultati dell’analisi sono promettenti, anche se è necessario condurre ulteriori studi per confermarne la validità. In ogni caso, sono sufficienti per permettere ai medici di consigliare, in tutta sicurezza, ai loro pazienti di sperimentare i massaggi per alleviare il dolore. "Il dolore cronico lombare è un problema molto complesso e spesso richiede un tipo di approccio che si basa sulla gestione nel lungo periodo, piuttosto che un intervento a breve termine - spiega Niki Munk,  uno degli autori -. Questo studio offre ai medici che forniscono cure primarie la possibilità di consigliare, con fiducia, ai pazienti affetti da lombalgia cronica di provare a fare qualche massaggio, se i malati possono permettersi di farlo”.

 

Foto: © Artem Furman - Fotolia

di Nadia Comerci
Pubblicato il 05/04/2017