Logo salute24

Salute, cos'è la copertura sanitaria universale?

Tutti i membri nelle Nazioni Unite hanno deciso di raggiungere entro il 2030 una copertura sanitaria universale. Ma cosa significa esattamente? A spiegarcelo è l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che sottolinea: offrire una copertura sanitaria universale significa garantire a tutti gli individui e a tutte le comunità di ricevere i servizi sanitari di cui hanno bisogno senza dover fare i conti con difficoltà economiche.

 

All'interno della copertura sanitaria universale, spiega l'Oms, sono inclusi servizi sanitari essenziali di qualità, da quelli mirati alla promozione della salute e della prevenzione alle cure palliative, passando per i trattamenti e i servizi di riabilitazione. In particolare, la copertura sanitaria universale dovrebbe garantire a chiunque di poter aver accesso ai servizi che permettono di far fronte alle più importanti cause di malattia e di morte e dovrebbe assicurare che la qualità di questi servizi sia abbastanza buona da migliorare lo stato di salute di chi ne fa uso.

 

“Proteggere le persone dalle conseguenze finanziare del fatto di doversi pagare di tasca loro le spese sanitarie riduce il rischio che le persone finiscano in povertà a causa di malattie impreviste che le costringono ad utilizzare i loro risparmi, i loro beni o a chiedere prestiti – distruggendo il loro futuro e, spesso, quello dei loro bambini”, spiega l'Oms. Inoltre, sottolinea l'Organizzazione, i paesi che si muovono nella direzione di una copertura sanitaria universale fanno passi in avanti anche verso altri obiettivi nel campo della salute, e non solo. Un buono stato di salute permette ad esempio ai bambini di andare a scuola e agli adulti di guadagnare, aiuta le persone a fuggire dalla povertà e getta le basi per uno sviluppo economico a lungo termine.

 

Può però capitare che il significato di “copertura sanitaria universale” venga frainteso. Ecco, sempre spiegato dall'Oms, cosa non è compreso all'interno di questo concetto:

 

. offrire una copertura sanitaria universale non significa offrire gratuitamente tutti i possibili servizi sanitari, indipendentemente dal loro costo: nessuna nazione potrebbe farlo in modo sostenibile;

 

. occuparsi della copertura sanitaria universale non significa solo finanziare la salute, ma tutti i componenti del sistema sanitario: il modo in cui vengono forniti i servizi sanitari, i lavoratori del sistema sanitario, le strutture sanitarie e le reti di comunicazione, le tecnologie sanitarie, i sistemi per l'informazione, i meccanismi assicurativi e la legislazione;

 

. offrire una copertura sanitaria universale non significa nemmeno fornire semplicemente un pacchetto minimo di servizi per la salute, ma anche assicurare una progressiva estensione della copertura dei servizi sanitari e della copertura finanziaria nel momento in cui si hanno a disposizione più risorse;

 

. avere una copertura sanitaria universale non significa solo offrire servizi ai singoli cittadini ma anche servizi a livello di popolazione, come promuovere campagne pubbliche, aggiungere fluoruro all'acqua o controllare le aree di riproduzione delle zanzare;

 

. la copertura sanitaria universale non riguarda solo la salute in senso stretto, ma è anche una questione di giustizia, di priorità per lo sviluppo e di coesione ed inclusione sociale.

  

Foto: © RFsole - Fotolia.com

di s.s.
Pubblicato il 27/04/2017

potrebbe interessarti anche: