Logo salute24

Alimentazione, ma il sale fa venire sete?

Che un pasto o uno spuntino ricco di sale possa far venire sete è una verità data ormai per assodata; eppure secondo nuove simulazioni condotte da un gruppo internazionale di ricercatori e pubblicate sul Journal of Clinical Investigation la verità sarebbe totalmente opposta: mangiare più salato spingerebbe l'organismo a trattenere più acqua senza aumentare la sete.

 

Gli esperimenti hanno coinvolto 10 volontari che hanno partecipato alle simulazioni di un viaggio spaziale. Le condizioni sperimentali hanno permesso di tenere sotto controllo tutti gli aspetti della loro alimentazione, svelando che una dieta ricca di sale aumenta sì le concentrazioni di sale nelle urine e la quantità di queste ultime, ma che non porta a bere di più, anzi, seguire un'alimentazione salata ha portato i partecipanti a bere di meno. E mentre il sale si accumula nelle urine, l'acqua viene riassorbita dai reni nell'organismo.

 

Ad entrare in gioco sarebbe l'urea, sostanza prodotta dai muscoli e dal fegato per eliminare parte dell'azoto presente nell'organismo. Come spiegato da Friedrich Luft, coautore delle ricerche, questa sostanza non sarebbe quindi solo un prodotto di scarto. “Apparentemente – osserva l'esperto – la natura ha trovato un modo per conservare l'acqua che altrimenti sarebbe portata via dal sale nell'urina”.

 

 

Foto: © Spofi - Fotolia.com

di s.s.
Pubblicato il 23/05/2017