Logo salute24

I latticini, fonte di proteine eccellente nell'alimentazione dei bambini

I latticini potrebbero costituire un’"eccellente" fonte di proteine per i bambini di età superiore ai sei mesi. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista British Journal of Nutrition dagli scienziati dell'Università dell'Illinois di Urbana (Usa), che hanno valutato la qualità delle proteine negli alimenti consumati dai bambini, secondo un metodo proposto nel 2011 dall'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao).

 

"Le proteine vegetali sono le fonti primarie di aminoacidi in molte parti del mondo, mentre le proteine animali rappresentano la fonti primarie di queste sostanze in altre parti del mondo – osserva Hans H. Stein, che ha coordinato la ricerca -. Tuttavia, la composizione e la digeribilità di questi tipi di proteine sono differenti". 

 

Gli studiosi hanno esaminato la qualità di otto fonti di proteine di origine animale e vegetale: le proteine isolate del siero di latte, il concentrato di proteine del siero di latte, il concentrato proteico del latte, il latte scremato in polvere, il concentrato proteico di piselli, le proteine isolare della soia, la farina di soia e il grano integrale. In particolare, hanno analizzato la digeribilità intestinale delle proteine grezze e degli aminoacidi presenti in tutti questi alimenti. Per farlo, hanno sviluppato un metodo di misurazione, chiamato digestible indispensable amino acid score (Diaas), che calcola il livello di “digeribilità ileale”, ossia dell’ileo intestinale. L'assorbimento degli amminoacidi, spiegano i ricercatori, avviene infatti nell'intestino tenue. Inoltre, questa scala utilizza valori calcolati individualmente per ciascun amminoacido.

 

Al termine dell’indagine, è emerso che le migliori fonti di proteine per bambini sono i latticini. Gli esperti hanno, infatti, osservato che tutte le proteine derivanti dai prodotti lattiero-caseari testate nello studio hanno soddisfatto le norme della Fao necessarie per classificare una fonte proteica di qualità “eccellente/alta" per le persone di età superiori ai sei mesi, ottenendo valori di Diaas pari o più alti di 100. Al secondo posto si sono posizionate le proteine isolate della soia e la farina di soia, che con un punteggio compreso tra 75 e 100 sono state qualificate come fonti proteiche "buone".  Il concentrato di proteine di piselli e il grano integrale hanno, invece, ottenuto punteggi inferiori a 75, per cui secondo l’analisi non rientrano tra le fonti di proteine raccomandate per i più piccoli.

 

I ricercatori riconoscono che lo studio presenta alcune limitazioni. "Le fonti proteiche utilizzate in questo esperimento erano crude – precisa il dottor Stein -, per cui dopo essere state cucinate potrebbero presentare valori proteici diversi ". Tuttavia, l’esperto afferma che i risultati dell’indagine rappresentano un significativo passo avanti nella determinazione della qualità delle fonti proteiche per i bambini.

 

Foto: © minadezhda - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 28/04/2017