Logo salute24

Manichini, offrono immagine irrealistica e dannosa del corpo femminile

I manichini promuovono ideali di bellezza irrealistici. Lo sostengono, in uno studio pubblicato sulla rivista Journal of eating disorders, due ricercatori britannici: Eric Robinson dell'Università di Liverpool (Regno Unito) e Paul Aveyard dell'Università di Oxford (Regno Unito). Secondo gli esperti, i manichini utilizzati nei negozi di moda trasmetterebbero un'immagine dannosa e “poco salubre” del corpo femminile, che potrebbe contribuire allo sviluppo dei disturbi alimentari.

 

Nel corso della ricerca, gli autori hanno esaminato i manichini presenti nei negozi di moda femminile di due città britanniche, Coventry e Liverpool. Per farlo, hanno dovuto basarsi soltanto sulla valutazione visiva, perché nessun negozio ha permesso agli studiosi di misurare i manichini. Al termine dell'analisi, i ricercatori sono giunti alla conclusione che le dimensioni dei manichini si discostano significativamente da quelle del normale corpo femminile. Di conseguenza, potrebbero alimentare il rischio di sviluppare disturbi mentali e alimentari. “C'è una chiara evidenza che l'ideale ultra-magro contribuisce allo sviluppo di problemi di salute mentale e dei disturbi alimentari - spiega Eric Robinson -. Nelle vetrine non abbiamo trovato un singolo manichino femminile che avesse dimensioni normali. Le loro dimensioni corporee raffiguravano quelle di donne umane estremamente sottopeso, che non potrebbero avere il ciclo mestruale”.

 

Gli studiosi suggeriscono, pertanto, che modificare le dimensioni dei manichini, per renderle più corrispondenti a quelle dei corpi femminili “reali”, potrebbe contribuire a combattere la diffusione dei disturbi alimentari e contrastare la tendenza delle donne a essere insoddisfatte del proprio aspetto. “Dato che l'ideale ultra-magro incoraggia lo sviluppo di problemi dell'immagine corporea nei giovani, dobbiamo cambiare le condizioni ambientali per ridurre l'importanza del valore dell'estrema magrezza – prosegue l'esperto -. Naturalmente non stiamo affermando che modificare le dimensioni dei manichini potrà 'risolvere' i problemi legati all'immagine corporea. Vogliamo sottolineare che l'esposizione di corpi femminili ultra magri potrebbe rafforzare un ideale inappropriato e irraggiungibile del corpo, e pertanto la società dovrebbe adottare delle misure dirette a fermare questo tipo di rinforzo. Dato che la prevalenza dei problemi d'immagine corporea e dei disordini alimentari nei giovani rappresenta un fenomeno preoccupante, contrastare la trasmissione dell'ideale ultra-magro potrebbe essere di particolare beneficio per le bambine, le adolescenti e le giovani adulte”.

 

Gli scienziati hanno anche analizzato le dimensioni dei manichini maschili. In questo caso, hanno scoperto che solo l'8% potrebbe essere classificato come sottopeso. Tuttavia, la maggior parte presenta una muscolatura irrealistica. “Sebbene i manichini maschili avessero meno probabilità di essere magri come quelli femminili e, quindi, risultassero più rappresentativi di ciò che costituisce un peso corporeo maschile normale, durante la raccolta dei dati è emerso che un certo numero di manichini maschi possedeva una muscolatura irrealistica – precisano gli autori -. Allo stesso modo in cui l'esposizione a ideali ultra-magri potrebbe influenzare negativamente l'immagine del corpo nelle donne, la rappresentazione di corpi eccessivamente muscolosi potrebbe promuovere l'insoddisfazione del proprio corpo negli uomini”.

 

Foto: Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 05/05/2017