Logo salute24

Tumori della pelle, in crescita le diagnosi

Negli ultimi anni si è registrato un aumento delle diagnosi di due tipi di cancro epidermico: il carcinoma basocellulare (o basalioma) e il tumore spinocellulare (o a cellule squamose). Lo comunica un team di scienziati statunitensi guidato dai ricercatori della Mayo Clinic di Rochester, in uno studio pubblicato sulla rivista Mayo Clinic Proceedings. Secondo gli esperti, l'incremento della diffusione di questi tumori cutanei sarebbe dovuto all'abitudine di esporsi ai raggi ultravioletti senza un'adeguata protezione solare. 

 

“Sappiamo che il sole e che alcune fonti di luce artificiale emettono raggi ultravioletti o raggi UV – spiega Christian L. Baum, che ha coordinato lo studio -. Il danno cutaneo si accumula nel tempo e spesso può causare lo sviluppo del cancro epidermico. Nonostante il fatto che le protezioni solari e le informazioni cautelative siano ampiamente disponibili da oltre 50 anni, abbiamo assistito alla progressiva affermazione delle lampade solari negli anni '80 e l'abbronzatura, al chiuso o all'aperto, è diventata una pratica comune da molti anni”.

 

Nel corso della ricerca, gli autori hanno esaminato il numero delle nuove diagnosi dei due tumori epidermici – i più diffusi tra le forme non melanomatose – registrate tra il  2000 e il 2010. Inoltre, hanno confrontato il decennio 2000-2010 con altri due segmenti di tempo: il periodo 1976-1984 e il periodo 1985-1992. Al termine dell'analisi, hanno scoperto che tra il  2000 e il 2010 le diagnosi di cancro spinocellulare sono aumentate del 263%, mentre quelle del basalioma sono cresciute del 145%. 

 

Tra le donne, il maggior incremento delle diagnosi di carcinoma basocellulare è stato riscontrato nella fascia d'età 30-49 anni, mentre quello del tumore a cellule squamose è stato rilevato nelle fasce 40-59 e 70-79 anni. Tra gli uomini, è stato osservato un aumento delle diagnosi di cancro spinocellulare tra il primo e il secondo periodo analizzato (1976-1984 e 1985-1992), mentre nel decennio 2000-2010 è stato rilevato un leggero calo. Ma le diagnosi di basalioma sono aumentate in tutti e tre i periodi presi in considerazione tra gli uomini di età superiore ai 29 anni.

 

Secondo gli esperti, l'aumento dell'esposizione ai raggi UV potrebbe anche essere responsabile del cambiamento della posizione in cui si sviluppano i tumori epidermici. Nei due periodi precedenti, infatti, i due tipi di cancro erano presenti soprattutto sulla testa e sul collo, mentre tra il 2000 e il 2010 è aumentata la presenza del basalioma sul busto e del tumore spinocellulare sulle braccia e sulle gambe.

 

“Usate la protezione solare – consiglia quindi il dottor Baum -. Chi guida spesso dovrebbe stenderla anche sul braccio sinistro. Occorre ricordare che i raggi Uv possono passare attraverso il finestrino dell'auto, anche quando la luce solare non sembra troppo forte. I raggi UV attraversano le nuvole, rimbalzano contro la neve e gli edifici, causando danni anche nei giorni bui”.

 

Foto: © Syda Productions - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 22/05/2017