Logo salute24

Le regole dell'attrazione: non solo sguardo, ma anche voce e profumi

Il fascino di una persona non dipende soltanto dal suo aspetto fisico, ma anche dalla sua voce e dal suo profumo. Anche questi elementi contribuirebbero, infatti, a renderla piacevole o sgradevole. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology da un gruppo di ricerca internazionale diretto da Agata Groyecka, dell'Università di Wroclaw (Polonia), secondo cui la maggior parte delle indagini condotte sinora sul tema dell’attrazione hanno prestato attenzione soprattutto all’aspetto visivo, trascurando il ruolo svolto dagli altri sensi.

 

“La maggior parte degli studi si sono concentrati sull’aspetto visivo, per esempio, sulla bellezza del viso o del corpo - osserva l’esperta -. Tuttavia, la letteratura sugli altri sensi e sul loro ruolo nei rapporti sociali è cresciuta rapidamente e non dovrebbe essere trascurata”. 

 

Nel corso della ricerca, gli autori hanno analizzato i risultati di oltre 30 anni di ricerche per esaminare il ruolo svolto dalla voce e dall’odore delle persone nelle relazioni interpersonali. Al termine dell’analisi, sono giunti alla conclusione che questi due aspetti potrebbero essere importanti come i lineamenti del volto e la forma fisica. “Percepire gli altri attraverso tutti e tre i sensi - precisa la dottoressa Groyecka -, offre una varietà più affidabile e più ampia di informazioni sul loro conto”, 

 

Gli esperti precisano che, come dimostrato da alcuni studi, ascoltare la voce di un individuo consente non solo d’individuarne il sesso e l’età, ma anche altri aspetti meno intuitivi: per esempio, la tendenza a predominare, lo spirito di cooperazione, lo stato emotivo e persino le dimensioni corporee. Altre indagini hanno dimostrato che le persone sono capaci di dedurre correttamente informazioni simili basandosi soltanto sul profumo. 

 

I ricercatori sottolineano che il fascino di una persona può influenzare diversi aspetti della vita quotidiana. Non coinvolge, infatti, soltanto i rapporti romantici, ma anche le amicizie e le interazioni professionali. Per questo motivo, ritengono che i diversi aspetti multisensoriali dell’attrazione potrebbero essere il risultato dell’evoluzione: nel corso del tempo, le persone potrebbero aver tratto vantaggio dal possedere caratteristiche che possano essere rilevate sia da una certa distanza (voce e aspetto), sia da vicino (profumo). 

 

Foto: © drubig-photo - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 25/05/2017