Logo salute24

Sport, cibo sano e niente alcol: così si previene il tumore al seno

Consumare una bevanda alcolica al giorno potrebbe aumentare il rischio di cancro al seno. Invece, praticare regolarmente un'attività fisica, intensa o moderata, potrebbe ridurlo. Lo evidenzia un rapporto pubblicato dall'American Institute for Cancer Research (Aicr) e dal World Cancer Research Fund (Wcrf), secondo cui lo stile di vita influenzerebbe in modo significativo il pericolo di sviluppare la malattia. 

 

I ricercatori hanno esaminato il modo in cui la dieta, il peso e l'esercizio fisico influiscono sul rischio di cancro al seno. Per riuscirci, hanno esaminato i risultati di 119 studi internazionali, che avevano coinvolto 12 milioni di donne e riscontrato 260.000 casi di carcinoma alla mammella. Al termine dell'analisi, hanno scoperto che condurre uno stile di vita salutare potrebbe proteggere dallo sviluppo della malattia.

 

Nello specifico, è emerso che praticare un'attività fisica intensa (come correre o andare in bicicletta) può ridurre le probabilità di essere colpite da tumore al seno del 17% prima della menopausa e del 10% dopo la menopausa, rispetto a condurre una vita sedentaria. Invece, svolgere un esercizio fisico moderato (come camminare o praticare giardinaggio) potrebbe abbassare il rischio di circa il 13%.

 

Al contrario, bere circa 10 grammi di alcol al giorno (pari a un bicchiere di vino o di birra) aumenterebbe il pericolo di sviluppare il cancro al seno del 5% prima della menopausa e del 9% dopo la menopausa. Anche essere in forte sovrappeso o soffrire di obesità aumenta le probabilità d'incorrere nella malattia, soprattutto dopo la menopausa.

 

Se tra i fattori di rischio ci sono l'età avanzata, la menopausa precoce una storia familiare di cancro al seno, tra quelli protettivi ci sono l'allattamento al seno e un'alimentazione salutare. L'indagine ha, infatti, evidenziato che le donne che nutrono i figli con il latte materno corrono un pericolo più basso d'incorrere nella malattia. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato che consumare regolarmente le verdure prive di amidi abbassa il rischio di sviluppare il tumore mammario negativo per il recettore degli estrogeni, una forma di cancro meno comune ma più difficile da trattare. Altre ricerche hanno rilevato, infine, che l'assunzione regolare di prodotti lattiero-caseari, di alimenti che presentano un elevato contenuto di calcio e di cibi ricchi di carotenoidi svolge un effetto protetivo contro la patologia. 

 

“Questa relazione completa e aggiornata fornisce prove evidenti – afferma Anne McTiernan, principale autore del rapporto e ricercatrice presso il Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle (Usa) -. Essere fisicamente attive, mantenere un peso sano durante la vita e limitare l'assunzione di alcool sono tutte misure che le donne possono assumere per ridurre il rischio di cancro al seno”.

 

Foto: © Syda Productions - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 12/01/2018