Logo salute24

Malnutrizione, i numeri del fenomeno

La malnutrizione comprende diverse condizioni: denutrizione, sovrappeso, obesità e patologie connesse alla dieta. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), 1,9 miliardi di adulti sono in sovrappeso o obesi, mentre 462 milioni sono sottopeso. In particolare, 52 milioni di bambini di età inferiore ai 5 anni sono deperiti, 17 milioni sono gravemente denutriti e 155 milioni sono sottosviluppati, mentre 41 milioni sono in sovrappeso o obesi.

L’Oms precisa che circa il 45% dei decessi tra i bimbi che hanno meno di 5 anni sono dovuti alla denutrizione e si verificano soprattutto nei paesi a basso e medio reddito. Nel contempo, negli stessi paesi, i tassi di sovrappeso e di obesità infantili sono in aumento. 

Ecco le principali forme di malnutrizione:

 

Denutrizione - Include quattro condizioni: deperimento, sottosviluppo,  sottopeso e carenze di vitamine e minerali. La denutrizione rende soprattutto i bambini molto più vulnerabili alle malattie e alla morte. Il deperimento (che consiste in un peso troppo basso rispetto all'altezza) di solito indica una recente e grave perdita di peso, che può dipendere dall’impossibilità di assumere una quantità adeguata di cibo o da una malattia infettiva (come la diarrea). Nei bambini piccoli può provocare il decesso, ma è possibile prevenire questa eventualità con un trattamento adeguato. 

Il sottosviluppo (bassa altezza rispetto all'età) è il risultato di una malnutrizione cronica o ricorrente, di solito associata a condizioni socioeconomiche scarse, a problemi di salute e malnutrizione della madre, a frequenti malattie o infezioni, ad alimentazione e cure inadeguate del bambino in età precoce. Questo disturbo impedisce ai piccoli di conseguire il loro potenziale fisico e cognitivo.

Il sottopeso (basso peso rispetto all'età) può comprendere il deperimento, il sottosviluppo o entrambe le condizioni.

 

Squilibrio nell’assunzione di micronutrienti - L’inadeguato apporto di vitamine e minerali (definiti micronutrienti) può ostacolare la crescita e il corretto sviluppo delle persone. In particolare, l’Oms sottolinea che la carenza di iodio, vitamina A e ferro rappresenta una grave minaccia per la salute e per lo sviluppo delle popolazioni di tutto il mondo, soprattutto per i bambini e per le donne incinte dei paesi a basso reddito.

 

Sovrappeso e obesità - Si presentano quando il peso di una persona è eccessivo rispetto alla sua altezza. L'Oms evidenzia che l’accumulo anormale o sproporzionato di grasso corporeo può compromettere la salute degli individui. Negli adulti, il sovrappeso è costituito da un indice di massa corporea (Imc) pari o superiore a 25, mentre l'obesità da un Imc pari o superiore a 30. Entrambi sono dovuti a uno squilibrio tra l’introito eccessivo di calorie e l’energia consumata, che risulta troppo bassa.  

 

Malattie connesse alla dieta - Includono le malattie cardiovascolari (come attacchi di cuore e ictus, spesso legati all’alta pressione sanguigna), alcuni tumori e il diabete. L’Oms precisa che le diete scorrette e la cattiva alimentazione sono tra i principali fattori di rischio per queste malattie a livello globale.

 

Foto: © Africa Studio - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 20/07/2017