Logo salute24

Menopausa, il calo degli ormoni dietro il mal di schiena?

La riduzione dei livelli di estrogeni che caratterizza la menopausa potrebbe essere un fattore di rischio della degenerazione dei dischi intervertebrali lombari. Così concludono dei ricercatori cinesi in un articolo pubblicato su Menopause, la rivista scientifica della North American Menopause Society. 

 

Per valutare la relazione tra la menopausa e la degenerazione dei dischi della colonna vertebrale il team ha sottoposto a risonanza magnetica 1566 donne e 1382 uomini usati come gruppo di controllo. I risultati hanno documentato come, con l'avanzare dell'età, tanto negli uomini quanto nelle donne i loro dischi fossero andati incontro a degenerazione. 

 

In età meno avanzate, gli uomini erano più suscettibili ad andare incontro a questa condizione rispetto alle donne coetanee e prima della menopausa. Le donne già uscite dal periodo fertile avevano invece una tendenza significativa a sviluppare una più severa degenerazione discale dei coetanei uomini paragonate alle donne in pre- o perimenopausa. Un periodo particolarmente critico sarebbero i primi 15 anni dall'ingresso in menopausa. 

 

Secondo gli autori i dati disponibili sostengono il coinvolgimento del calo di estrogeni nella degenerazione dei dischi così come i benefici della terapia ormonale sostitutiva sul benessere della colonna vertebrale. In ogni caso – concludono – sono necessari ulteriori studi per determinare se sia l'età o la menopausa a giocare un ruolo più importante nella degenerazione della spina dorsale.

 

Foto: © underdogstudios - Fotolia

 

di Vito Miraglia
Pubblicato il 06/02/2018

potrebbe interessarti anche: