Logo salute24

Bambini, come preparare una merenda sana

Tre pasti principali e due spuntini è una buona regola per l'alimentazione quotidiana che bisognerebbe mettere in pratica sin da quando si è bambini. I due spuntini sono collocati a metà mattinata – nell'intervallo di ricreazione a scuola, per esempio – e a metà pomeriggio, per interrompere con una pausa lo studio oppure i giochi in questi mesi estivi. Tanto lo spuntino mattutino quanto quello pomeridiano potrebbero diventare il pretesto per ingurgitare snack e prodotti confezionati ricchi di zuccheri. Come rendere più sani questi due mini-pasti? 

 

In primo luogo la merenda pomeridiana non deve appesantire il bambino. Deve fornirgli le giuste energie per continuare con le proprie attività ma senza pregiudicare l'appetito per la cena. Quindi attenzione alle quantità e niente spuntini ripetuti nel corso del pomeriggio a ridosso dell'ora di cena. 

 

Frutta e yogurt

 

Per quanto riguarda la scelta degli alimenti ancora una volta l'ideale sarebbe rappresentato da frutta e verdura. Basta farsi guidare dall'offerta di stagione. In estate, ad esempio, sono un ottimo spuntino delle macedonie di frutta fresca come pesche, albicocche, melone ma anche kiwi, frutti rossi e banane. Un aiuto può arrivare anche dalla frutta secca, con qualche noce o mandorla. 

 

Bene anche i prodotti del forno, come un paio di biscotti o dei cracker mentre sarebbe bene limitare il più possibile panini con insaccati, che richiedono uno sforzo digestivo superiore e sono ricchi di sale, e le merendine industriali. Anche uno yogurt bianco con l'aggiunta di frutta fresca è una soluzione che unisce gusto e salute, così come una fetta di pane (meglio se integrale) con un po' di marmellata. 

 

Per i bambini più golosi si può pensare a un dolce fatto in casa, per avere maggiore controllo sugli ingredienti. Il dolce si potrà anche mangiare a colazione o a metà mattinata. E infine, sempre per la merenda estiva, ogni tanto va bene anche un gelato o un frullato, sempre di frutta fresca. 

 

Cosa bere?

 

Attenzione però non solo a quello che si mangia ma anche a quello che si beve per mandar giù il boccone. Gli zuccheri non buoni possono nascondersi anche nelle bevande, ad esempio in quelle gassate. Bene un bicchiere di latte, anche se con qualche caloria in più, meglio ancora l'acqua, in particolare per i pomeriggi estivi quando, tra caldo, giochi e attività fisica all'aperto, si perdono molti sali minerali. Un occhio di riguardo va riservato infine ai succhi di frutta. Anche questi possono infatti contenere tanti zuccheri aggiunti che possono aggredire lo smalto dei denti e aumentare il rischio di carie. 

di Vito Miraglia
Pubblicato il 11/12/2017

potrebbe interessarti anche: