Logo salute24

Traffico, inquinamento e rischi per la salute

Trovarsi bloccati nel traffico durante l'ora di punta potrebbe essere più pericoloso di quanto si creda. La percentuale di alcune sostanze inquinanti presenti all’interno degli autoveicoli sarebbe, infatti, maggiore di due volte rispetto alle precedenti stime. Lo ha scoperto un team di ricercatori statunitensi diretti da Heidi Vreeland della Duke University di Durham (Usa), nel corso di uno studio pubblicato sulla rivista Atmospheric Environment.

 

Gli autori spiegano che la maggior parte dei sensori programmati per monitorare l’inquinamento prodotto dal traffico sono collocati a terra lungo la strada e hanno il compito di prelevare campioni di aria durante tutte le 24 ore. Tuttavia, la composizione dell’aria respirata dagli automobilisti varia a seconda delle condizioni del traffico e di quelle ambientali, per cui i livelli di particolato che vi sono contenuti potrebbe essere diversi rispetto ai valori medi calcolati dai sensori. Per effettuare una misurazione precisa delle sostanze inquinanti presenti nell’aria contenuta negli autoveicoli, gli scienziati hanno quindi utilizzato un dispositivo di monitoraggio atmosferico progettato per attrarre l’aria a un tasso simile ai polmoni umani. Lo hanno poi collocato sui sedili dei passeggeri di oltre 30 auto diverse, che sono state guidate nel centro di Atlanta (Usa) durante le ore di punta del mattino.

 

Al termine dell’esperimento, è emerso che i livelli di alcune forme di particolato presenti negli abitacoli sarebbero due volte più elevati di quanto indicato dai tradizionali sensori stradali. Inoltre, l’indagine ha evidenziato che durante l’ora di punta l’aria contiene una quantità doppia di alcune  sostanze chimiche che contribuiscono a causare lo stress ossidativo - una condizione patologica associata allo sviluppo di molte malattie, come le patologie respiratorie, le cardiopatie, il cancro e alcuni tipi di malattie neurodegenerative.

 

“Ci sono molti motivi per cui l’aria presente all’interno delle auto potrebbe presentare livelli più elevati di alcuni tipi di inquinanti atmosferici - osserva Heidi Vreeland -. La composizione chimica dei gas di scarico cambia molto rapidamente, anche nello spazio di pochi metri. E il sole del mattino scalda le strade, un fenomeno che determina una corrente ascensionale che aumenta l’inquinamento dell’aria”.

 

Foto: Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 28/07/2017