Logo salute24

Tumore alla gola, le regole della prevenzione

Il tumore alla gola è uno dei tumori del distretto testa-collo, un insieme di neoplasie che possono interessare diversi tessuti come la lingua, quelli della bocca e la faringe. Quello alla gola, invece, riguarda le strutture che si trovano nel tubo muscolare che dal naso arriva fino al collo. Pertanto può colpire, ad esempio, la faringe, l'epiglottide, le tonsille, le corde vocali.

 

L'insieme dei tumori di testa-collo rappresenta circa il 4% di tutte le diagnosi tumorali negli uomini e l'1% tra le donne. Più colpite sono le fasce d'età fino ai 69 anni; dai 50 ai 69 anni sono il quinto tumore più diagnosticato negli uomini. La sopravvivenza a 5 anni nei tumori testa-collo in Italia è di poco superiore al 44%, più della media europea e di poco inferiore a quella dei Paesi nordeuropei.

 

Individui a rischio

 

Oltre ai fattori di rischio non modificabili (età e sesso) esistono altri fattori associati allo stile di vita sui quali si può agire per contenere le probabilità di insorgenza dei tumori di testa-collo e quindi del tumore alla gola.  

 

Il primo fattore di rischio da evitare è sicuramente il fumo di sigaretta. Oltre a questo lo è anche il consumo eccessivo di alcolici. Come ricorda l'Aiom, l'Associazione italiana di Oncologia medica, almeno il 75% di tutti i tumori del distretto testa-collo sono causati dal tabacco e dall'alcol. A maggior rischio è dunque chi è dipendente dal fumo di sigaretta e al contempo utilizza grandi quantità di alcol. 

 

Anche l'esposizione professionale alle polveri del legno è stata riconosciuta come fattore di rischio per il tumore rinofaringeale.

 

Il Papilloma virus umano

 

L'infezione causata dal Papilloma virus umano, l'HPV, è un ulteriore fattore di rischio di tumore alla gola, in particolare dei tumori a carico dell'orofaringe, ovvero tonsille e base della lingua. Tra i ceppi virali dell'HPV associati a questo rischio in particolare l'HPV-16 è quello più pericoloso.

 

Come fare prevenzione

 

Non iniziare a fumare o smettere è una delle grandi azioni di prevenzione per il tumore della gola, e non solo. Anche moderare il consumo di bevande alcoliche è altrettanto importante, all'interno di un'alimentazione varia ed equilibrata, una regola di prevenzione generale con diverse ricadute sulla salute.  

 

Per proteggersi dall'HPV è invece importante avere rapporti sessuali protetti e soprattutto vaccinarsi. Il vaccino anti-Papilloma virus è fondamentale per la prevenzione e non solo del tumore dell'orofaringe. Con questo presidio ci si protegge anche dal rischio di tumore alla cervice uterina, alla vulva e alla vagina, all'ano, al pene. La somministrazione di questo vaccino è dunque utile in entrambi i sessi, anzi lo è forse più per gli uomini che per le donne. I maschi corrono infatti un rischio di infettarsi con il Papilloma virus cinque volte tanto quello delle femmine e non possono nemmeno beneficiare di programmi di screening nazionali come quello per il tumore della cervice uterina.

 

Foto: © Sondem - Fotolia.com

di redazione
Pubblicato il 28/08/2017