Logo salute24

Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano l'occhio

Il 99% delle persone che portano le lenti a contatto adotta comportamenti errati, che favoriscono lo sviluppo d’infezioni oculari. Lo evidenzia un rapporto pubblicato dall’agenzia statunitense Centres for Disease Control and Prevention, secondo cui queste cattive abitudini, con il tempo, potrebbero danneggiare seriamente gli occhi e la vista.

 

Nel corso della ricerca, gli autori hanno esaminato 1.075 infezioni oculari segnalate da persone che utilizzavano abitualmente le lenti a contatto. Sono così giunti alla conclusione che molti di questi disturbi possono causare danni duraturi e sono dovuti ad abitudini errate. L’analisi ha, infatti, evidenziato che più di un soggetto su quattro adottava comportamenti che aumentano il rischio di contrarre un'infezione. Inoltre, una persona su cinque aveva una cornea graffiata, necessitava di un trapianto di cornea o presentava un calo della vista. 

 

L’indagine ha rilevato che circa il 20% delle infezioni erano state contratte da individui affetti da gravi problemi alla cornea, la membrana semisferica situata davanti alla pupilla e all’iride, che svolge un ruolo essenziale per la vista. Questa struttura generalmente ha una notevole capacità di guarire dalle piccole lesioni. Tuttavia, le infezioni possono danneggiarne i livelli più profondi, impedendo alla cornea di guarire completamente. In alcuni casi i danni corneali possono provocare cicatrici che, a loro volta, possono rendere la vista deficitaria. Se l’entità della cicatrice è grave, potrebbe essere necessario ricorrere a un trapianto di cornea. 

 

Il rapporto sottolinea che la maggior parte di questi disturbi potrebbe essere evitata seguendo abitudini corrette. Molte persone, sottolineano gli esperti, tendono infatti a indossare le lenti a contatto mentre dormono, oppure le utilizzano per un periodo di tempo superiore a quello previsto sulla confezione. I ricercatori sottolineano che chi usa le lenti dovrebbe essere consapevole del fatto che sta utilizzando un dispositivo medico, che va gestito con cura. “I portatori di lenti a contatto possono ridurre il rischio di contrarre infezioni connesse all’uso delle lenti migliorando i loro comportamenti igienici – scrivono gli autori del rapporto -: per esempio evitando di dormire con le lenti a contatto, a meno che non sia stato prescritto, e sostituendo le lenti secondo le indicazioni”.

 

Gli esperti suggeriscono di lavare bene le mani prima di manipolare le lenti, di sostituire la soluzione unica dopo ogni uso e di sciacquare il contenitore prima di riutilizzarlo. Inoltre, invitano a usare le lenti solo nei momenti della giornata indicati dall’oculista.

 

Foto: © vladimirfloyd - Fotolia.com

di n.c.
Pubblicato il 24/08/2017