Logo salute24

Cuore, troppo sale fa raddoppiare il rischio di scompenso

Per mantenere il cuore in salute bisogna consumare poco sale. Troppo farebbe raddoppiare il rischio di scompenso cardiaco. È quanto ha concluso una ricerca del National Institute for Health and Welfare di Helsinki (Finlandia) presentata all'ultimo congresso della European Society of Cardiology.  

 

I dati analizzati dai ricercatori fanno riferimento a 4630 uomini e donne fra i 25 e 64 anni di età che avevano partecipato a un precedente studio condotto fra il 1979 e il 2002 in Finlandia. Le informazioni sul loro stile di vita erano state tratte da questionari di autovalutazione mentre erano state eseguite delle analisi in laboratorio per avere una misura indiretta dell'apporto di sale. 

 

Nei 12 anni in cui i ricercatori hanno seguito i partecipanti allo studio sono stati registrati 121 casi di scompenso. È stato possibile valutare così l'associazione tra cinque gruppi con apporto crescente di sale, compreso tra poco meno di 7 gr al giorno e più di 13, e il rischio di scompenso. Ebbene, rispetto al primo, nell'ultimo insieme il rischio raddoppiava dopo aver corretto i dati dall'influenza di possibili fattori confondenti come il valore della pressione arteriosa.  

 

“Al cuore non piace il sale. Un elevato apporto fa aumentare il rischio di scompenso secondo una relazione indipendente dall'ipertensione”, conclude l'autore della ricerca Pekka Jousilahti.

di Vito Miraglia
Pubblicato il 13/04/2018