Logo salute24

Borsite, come proteggere le ginocchia?

Nelle articolazioni, per permettere il movimento delle ossa e preservare l'integrità degli altri tessuti, è presente una piccola sacca che contiene un liquido lubrificante. È la borsa, il cuscinetto posto tra le ossa e i muscoli o i tendini, ad esempio. Come qualsiasi altro tessuto anche la borsa può infiammarsi: il disturbo che sorge prende il nome di borsite. E una delle articolazioni che può essere interessata da questa condizione è il ginocchio.

 

I sintomi

 

La borsite si caratterizza per la comparsa di dolore e per il gonfiore. Sono questi i campanelli d'allarme che dovrebbero spingere chi li lamenta a rivolgersi al medico. Un esame fisico e un esame di laboratorio come una risonanza o una radiografia saranno sufficienti a valutare le condizioni del ginocchio e a fare diagnosi di borsite. Potrà essere necessario eventualmente anche l'analisi del liquido sinoviale, ovvero il liquido contenuto nella borsa.

 

I soggetti più a rischio

 

Chi sovraccarica l'articolazione, il ginocchio in questo caso, ma anche il gomito, altra sede colpita di frequente dalla borsite, può sviluppare questa condizione. Anche trascorrere molto tempo inginocchiati è un fattore di rischio. La borsite del ginocchio è nota comunemente come “ginocchio della lavandaia”, proprio perché in passato per lavare i panni si passava molto tempo piegati sulle ginocchia su superfici rigide. Al di là di questa figura aneddotica, ci sono altre professioni a cui si associa il rischio di borsite, sempre considerando questa posizione prolungata: i piastrellisti, ad esempio, o i giardinieri. 

La borsite però è anche un disturbo che può sorgere tra gli sportivi. Per esempio i pallavolisti o chi fa hockey, discipline in cui non è infrequente il contatto tra il ginocchio e il campo di gioco. È bene ricordare infine che anche un trauma diretto o un'infezione possono causare la borsite.

 

Il trattamento

 

In caso di borsite si può intervenire con l'assunzione di antidolorifici, con l'applicazione di ghiaccio e di creme per il gonfiore. Importanti sono anche il riposo e la fisioterapia. Nei casi in cui le condizioni del ginocchio non migliorano del tutto è allora possibile intervenire chirurgicamente.

 

La prevenzione

 

Il consiglio è quello di indossare sempre delle protezioni per le ginocchia. L'indicazione è valida tanto per gli sportivi quanto per i lavoratori costretti nella posizione ginocchia a terra su superfici rigide. Inoltre è utile mantenere un peso forma per non sovraccaricare l'articolazione e rispettare dei periodi di riposo tra le sessioni di allenamento per preservarne la funzionalità.

 

Foto: © psdesign1 - Fotolia.com 

 

di Vito Miraglia
Pubblicato il 08/09/2017