Logo salute24

Diabete, i lupini per stimolare la produzione di insulina?

Da uno degli snack salutari più amati potrebbe arrivare un'arma contro il diabete. Sono i lupini, il cui estratto sarebbe in grado di stimolare la produzione di insulina. È quanto suggerisce una ricerca presentata all'ultima conferenza annuale dell'Australian Diabetes Society.  

 

Secondo i ricercatori della Curtin University di Perth (Australia), guidati dal professor Philip Newsholme, dai lupini si potrebbe ricavare un estratto da aggiungere ad esempio a una bevanda o a un prodotto a base di yogurt da assumere prima dei pasti. 

 

I lupini sono i semi di una pianta la cui parte commestibile è rappresentata dalla parte interna, quella bianca. La parte esterna, gialla, è formata soprattutto da cellulosa e non è digeribile. Sono molto proteici e infatti sono noti anche come la “carne dei vegetariani”. Inoltre hanno un basso indice glicemico e possono essere consumati da chi ha sviluppato il diabete mellito.  

 

Questa patologia cronica del metabolismo si caratterizza per l'incapacità del pancreas a produrre insulina a sufficienza o per l'incapacità delle cellule che smettono di rispondere all'insulina prodotta. In questo modo il glucosio nel sangue potrebbe non essere assorbito a livello cellulare. Ebbene, l'estratto dei semi di lupini si è dimostrato, in laboratorio, in grado di regolare i livelli di glicemia, potenzialmente utile ad abbassare il picco di glucosio che si verifica dopo un pasto normale.

di redazione
Pubblicato il 01/09/2017