Logo salute24

Salute del colon: sì a cereali e attività fisica, no ad alcol e carni rosse lavorate

Il consumo regolare di cereali integrali potrebbe ridurre le probabilità di sviluppare il cancro del colon-retto, mentre quello di carni processate ne aumenterebbe il rischio. È quanto emerge da un rapporto condotto nell'ambito del progetto Continuous Update Project (Cup) dai ricercatori dell’American institute for cancer research (Aicr) e del World cancer research fund (Wcrf), secondo cui anche praticare attività fisica proteggerebbe il colon, mentre bere troppi alcolici lo metterebbe in pericolo.

 

“Il cancro del colon-retto è uno dei tumori più comuni, eppure questa relazione dimostra che c'è ancora molto che le persone possono fare per ridurre drasticamente il rischio di svilupparlo - osserva il professor Edward L. Giovannucci, docente di Nutrizione ed epidemiologia presso l’Harvard TH Chan School of Public Health di Boston (Usa), che ha diretto l’indagine -. I risultati di questo studio sono forti e chiari: la dieta e lo stile di vita svolgono un ruolo importante nell’insorgenza del cancro del colon-retto".

 

Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno esaminato i risultati di 99 studi condotti in tutto il mondo, che hanno coinvolto 29 milioni di individui, di cui oltre 250 mila sono stati colpiti da tumore colorettale. In particolare, l’analisi ha valutato gli effetti della dieta, del peso corporeo e dell'attività fisica sul pericolo di sviluppare la malattia. Al termine dell’indagine, è emerso che mangiare quotidianamente tre porzioni (circa 90 grammi) di cereali integrali ridurrebbe il rischio di cancro del colon-retto del 17%. Praticare regolarmente attività fisica abbasserebbe, invece, il pericolo di cancro al colon. Gli autori hanno osservato che anche consumare spesso pesce, frutta e verdura proteggerebbe dal cancro colorettale. 

 

Gli studiosi hanno poi rilevato che le probabilità di essere colpiti dalla malattia salgono, invece, per chi  mangia con un’elevata frequenza carni lavorate - come salsiccia, hot dog e bacon - e carne rossa (oltre 500 grammi a settimana), risulta in sovrappeso o obeso, oppure consuma più di due bevande alcoliche al giorno. “Molti dei fattori che aiutano a prevenire il cancro del colon-retto sono importanti per la salute generale: per esempio, mantenere un peso corporeo nella norma, praticare esercizio fisico, limitare il consumo di carne rossa e processata, mangiare più cereali e fibre integrali ne riducono sensibilmente il rischio - conclude Giovannucci -. Inoltre, limitare l'assunzione di alcol a massimo due bevande al giorno ed evitare o smettere di fumare possono diminuire ulteriormente il pericolo di sviluppare la malattia”.

 

Foto: © Naeblys - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 11/09/2017