Logo salute24

Alzheimer: 5 consigli per tenerlo lontano

Uscire ogni giorno e dialogare con gli amici, ma anche mantenersi in forma e vivere a contatto con la natura. Sono i primi passi da compiere per proteggere il cervello dalla degenerazione causata dal morbo di Alzheimer. Ma quali sono i consigli per tenere lontana la malattia? Facendo una panoramica sugli studi recentemente prodotti in ambito stanunitense è possibile estrapolare una lista di 5 consigli per aiutare la corteccia cerebrale e l`ippocampo, le regioni che si atrofizzano nel corso dello sviluppo della patologia, a continuare a lavorare efficacemente.
Antiossidanti. Consumare cibi a base di vitamina A, C ed E aiuta a prevenire il danneggiamento cellulare e a combattere le malattie che insorgono con l`avanzare dell`età. Alcuni studi recenti, condotti da  Edythe London, professoressa di psichiatria e farmacologia presso l`Università della California (Los Angeles), sostengono anche che il consumo di antiossidanti possa prevenire la demenza senile.
Olio di pesce. Secondo molti scienziati, tra cui il dottor Gary Small, direttore dello UCLA Center on Aging, i segni di infiammazione che il cervello presenta andando incontro all`invecchiamento potrebbero essere contrastati dalle proprietà anti-infiammatorie dell`olio di pesce.
Fosfatidilserina. Si tratta di lipidi che si trovano naturalmente nel corpo che, ingeriti ulteriormente mediante pillole e compresse, sarebbero in grado di mantenere salde le capacità mnemoniche. Questa è la tesi sostenuta da Gary Small e Gigi Vorgan nel loro recente volume, iBrain: Surviving the Technological Alteration of the Modern Mind.
Curry. Sempre il dottor Small sostiene che chi mangiano frequentemente piatti conditi con il curry abbia punteggi maggiori nei test di valutazione della memoria. Nel dubbio, condire ogni tanto qualche pietanza con questa spezia non potrà nuocere.
Training cerebrale. Il nostro cervello, se stimolato adeguatamente, può diventare più forte e reattivo. Un consiglio? Compilare un cruciverba al giorno e fare i calcoli senza ricorrere all`aiuto della calcolatrice. Come consiglia Andrew Carle, professore del dipartimento per l`amministrazione della salute alla George Mason University, uniti all`esercizio fisico questi accorgimenti potrebbero ritardare molti degli effetti dell`invecchiamento non solo sul corpo, ma anche sul cervello.

di lidia baratta
Pubblicato il 07/01/2009