Logo salute24

Fumo, più di 6 persone su 10 hanno provato a smettere senza successo

Smettere di fumare non è facile. In Italia il 65% dei fumatori ha provato a farlo ma non ci è riuscito e solo lo 0,1% si è rivolto ai centri antifumo per farsi assistere nell'abbandono della dipendenza. Intanto il fumo – un'abitudine per oltre 11 milioni di italiani – resta una dei principali fattori di rischio per la salute, responsabile di circa 70 mila decessi ogni anni. 

 

I dati sono stati riferiti nel corso del convegno “Un futuro senza sigarette. La riduzione del danno tra consapevolezza e informazione”, organizzato dall'Anafe-Associazione nazionale produttori di sigarette elettroniche aderente a Confindustria.  

 

Negli ultimi anni l'utilizzo delle sigarette elettroniche si è ormai affermato anche in Italia, tuttavia il suo numero è in leggero calo rispetto all'anno scorso. Nell'ultimo rapporto realizzato dall'Istituto superiore di Sanità in occasione della Giornata mondiale senza Tabacco 2017, a maggio, un capitolo è stato dedicato proprio a questi dispositivi. È emerso che più dell'80% degli utilizzatori di sigarette elettroniche sono anche fumatori “tradizionali” e che solo nel 14,4% dei casi la sigaretta che non brucia ha portato il fumatore a smettere per sempre di fumare.

 

Foto: © Knut Wiarda Fotolia.com

 

di red.
Pubblicato il 09/10/2017