Logo salute24

Cuore, sovrappeso e pressione alta ne alterano la struttura

Il sovrappeso e l’obesità potrebbero alterare la struttura del cuore, aumentando il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista PLoS One dai ricercatori britannici della Queen Mary University di Londra e dell'Università di Oxford, secondo cui anche l’elevata pressione sanguigna potrebbe modificare le dimensioni dell’organo cardiaco.

 

Gli scienziati sono stati i primi a rilevare e misurare i danni provocati dai fattori di rischio modificabili alla struttura e alle funzioni del cuore. Per riuscirci, hanno esaminato le scansioni cardiache ottenute con la risonanza magnetica cardiovascolare (Cmr) appartenenti a 4.561 individui, che erano conservate nel “UK Biobank database”, una risorsa sanitaria nazionale e internazionale che monitora la salute e il benessere di 500.000 volontari. 

 

Nel corso della ricerca, gli autori hanno escluso tutti i fattori di rischio che non possono essere modificati. Successivamente, hanno misurato gli effetti sulle quattro camere cardiache di diverse condizioni: pressione sanguigna, fumo, indice di massa corporea, esercizio fisico, livelli di colesterolo, assunzione di alcol e diabete. Al termine dell’analisi, gli scienziati hanno osservato che tutti i fattori di rischio presi in considerazione potrebbero influenzare il cuore in modo diverso. Tuttavia, soltanto il sovrappeso e l’obesità sono stati collegati all’aumento complessivo del peso di quest’organo.

 

Secondo gli esperti, l’indagine suggerisce che avere un peso eccessivo potrebbe modificare le dimensioni del cuore, aumentando il pericolo di essere colpiti da disturbi cardiovascolari. Inoltre, i ricercatori reputano che anche la pressione alta potrebbe alterare la struttura cardiaca. “Sappiamo tutti che il nostro stile di vita ha un grande impatto sulla salute del nostro cuore, soprattutto se siamo in sovrappeso o obesi – spiega Steffen E. Petersen, che ha diretto l’indagine -. Ma i ricercatori non hanno compreso appieno in che modo le due cose siano esattamente collegate. Con questa ricerca, abbiamo contribuito a mostrare come uno stile di vita scorretto aumenta il rischio di malattie cardiache. L’indice di massa corporea e la pressione sanguigna portano, in particolare, a cuori più pesanti e più grossi, che aumentano il rischio di soffrire di problemi cardiaci, inclusi gli attacchi cardiaci”.

 

Foto: © Dmytro Tolokonov - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 08/01/2019

potrebbe interessarti anche: