Logo salute24

La super-colla che chiude le ferite in sessanta secondi

Realizzata una colla chirurgica capace di richiudere le lesioni nel giro di 60 secondi. A produrla è stato un gruppo di ricerca internazionale coordinato da Anthony S. Weiss dell'Università di Sydney (Australia), secondo cui la scoperta potrebbe rivoluzionare gli interventi chirurgici, soprattutto quelli effettuati in situazioni di emergenza, grazie alla sua capacità di ricucire rapidamente le ferite, senza necessità di applicare punti di sutura. 

 

La super-colla, chiamata MeTro (methacryloyl-substituted tropoelastin), è dotata di un’elevata elasticità, per cui può essere utilizzata efficacemente per chiudere le lesioni presenti nei tessuti organici che tendono a espandersi e a restringersi di continuo, come i polmoni, il cuore e le arterie, prevenendo il rischio che si riaprano. Inoltre, funziona anche sulle ferite interne situate in zone difficili da raggiungere, che generalmente necessitano di punti di suture e che, a causa dei fluidi corporei circostanti, rendono inefficace l’impiego degli altri sigillanti.

 

“MeTro agisce come un liquido, riempiendo gli spazi vuoti e adattandosi alla forma della ferita – spiega Anthony S. Weiss -. Risponde bene dal punto di vista biologico, e si connette strettamente con i tessuti umani per promuovere la guarigione. Si conserva facilmente e può essere spruzzata direttamente sulla ferita. Le sue potenziali applicazioni sono importanti: dal trattamento di gravi ferite interne in condizioni di emergenza, come in caso di incidenti stradali o nelle zone di guerra, fino al miglioramento degli interventi chirurgici ospedalieri”.

 

Gli scienziati spiegano che, dopo essere stata trattata con una luce ultravioletta (UV), la colla si solidifica in soli 60 secondi. Inoltre, possiede un enzima degradante che può essere modificato in modo da determinare quanto tempo deve durare l’efficacia sigillante – che può andare da alcune ore a diversi mesi -, per consentire alla ferita di avere a disposizione tutto il tempo necessario per guarire. I risultati della sperimentazione, pubblicati sulla rivista Science Translational Medicine, evidenziano che MeTro è in grado di richiudere efficacemente le lesioni presenti sulle arterie e sui polmoni di roditori e suini, senza bisogno dell’applicazione di punti di sutura.

 

“Abbiamo dimostrato che MeTro può essere utilizzata in diverse situazioni e che può risolvere problemi che gli altri sigillanti attualmente disponibili non sono in grado di affrontare – conclude il professor Weiss -. Siamo pronti a iniziare la sperimentazione sulle persone. Spero che MeTro sarà presto utilizzato in ambito clinico, per salvare vite umane”.

 

Credit: University of Sydney

di Nadia Comerci
Pubblicato il 17/10/2017