Logo salute24
Saffron prova1

La sfortuna è legata al nostro umore. Ma la scienza ha una soluzione

La fortuna esiste? Il concetto di fortuna è spesso associato all’area della scaramanzia, della superstizione, o  della religione. Comunemente si pensa che la fortuna sia qualcosa di cieco, che tocca le persone in modo puramente casuale.


Quando sorridi attrai fortuna


Alcuni studi recenti si sono occupati di capire se invece questa non abbia un fondamento scientifico, e i risultati sono molto interessanti! Sembrerebbe infatti che quella che noi chiamiamo fortuna sia in realtà una successione di eventi positivi, collegati tra loro e originati da alcuni nostri comportamenti. In altre parole la dea bendata esiste, ma solo nella lotteria. In tutti gli altri casi siamo noi a determinare il trend positivo della nostra vita.


Secondo questi studi dunque la buona sorte sarebbe l’effetto di un  mix di atteggiamenti positivi che assumiamo durante la giornata. Tra questi spiccano l’ottimismo e l’essere estroversi ed aperti agli altri e alle nuove esperienze. Vi starete chiedendo in che modo  questo sia possibile. Proviamo a fare un semplice e pratico esercizio: sforziamoci per qualche giorno di sorridere di più alle persone che ci sono attorno o che incontriamo casualmente. Noteremo da subito il cambiamento di atteggiamento di queste persone nei nostri confronti.


Questo accade perché il sorriso è un forte momento di relazione che viaggia sul canale empatico extraverbale, e che comunica qualcosa tipo “che piacere averti qui”. E’ per questo che ci sentiamo normalmente attratti da chi sorride. Un sorriso ci fa sentire accolti ed apprezzati, insomma ci fa sentire bene. Sono queste le persone che cerchiamo e vicino alle quali vogliamo stare. Essere il polo di attrazione dell’attenzione e della benevolenza altrui apre le porte a nuove opportunità ed eventi positivi, aumentando le possibilità di successo nella vita. Insomma, ci rende più fortunati.


C’è un metodo scientifico per mantenere sempre il sorriso


Come si fa a mantenere il sorriso in una routine quotidiana dove stress, nervosismo, ansia e frenesia sono gli agenti patogeni che ci colpiscono da tutti i fronti? Sono tanti i rimedi che aiutano a ridurre lo stress e a sostenere il buonumore: un sano stile di vita, l’attività fisica regolare, dedicarsi ad un hobby che ci appassiona, coltivare le amicizie. A tutti questi metodi estremamente validi, si aggiunge ora una nuova opportunità avvalorata dalla scienza, ancora sconosciuta ma sotto il naso di tutti: lo zafferano.


Lo zafferano, quella spezia che per molto tempo abbiamo relegato all’ambito culinario, in realtà possiede proprietà benefiche per la nostra salute! Fa bene alla pelle, al cervello, agli occhi, ai polmoni, e soprattutto al nostro umore. Studi clinici dimostrano infatti che lo zafferano è in grado di contrastare positivamente alterazioni anche forti del tono dell’umore dovute a molteplici fattori. Il Safranale ed altre molecole presenti negli estratti secchi di zafferano sembrano essere implicate nell’inibizione del riassorbimento della serotonina e della dopamina, un neurotrasmettitore coinvolto nella regolazione dell’umore. 


Zafferano: la spezia del buonumore


Semplicemente attraverso l’alimentazione non riusciremmo ad assumere una quantità di principio attivo da ottenere un beneficio tangibile. Per questo esistono già sul mercato farmaceutico integratori alimentari a base di zafferano in grado di fornirne la giusta quantità giornaliera.


Uno di questi è Saffron System , che unisce le proprietà benefiche dello zafferano ad un pool di sostanze naturali che agiscono sinergicamente per potenziarne l’effetto. Le sue compresse sono un mix di estratto secco ricavato dagli stimmi del fiore di zafferano, taurina, magnesio e vitamina B6.Insomma, la ricetta del sorriso esiste e funziona, ma non dobbiamo prenderla come un deus ex machina: l’ingrediente principale rimane la nostra volontà di migliorarci e di esprimere al massimo il potenziale che è in ognuno di noi. E anche la fortuna ci sorriderà

Pubbliredazionale


Altri articoli