Logo salute24

Tumore al pancreas, dal 2002 casi in aumento di quasi il 60%

Più diagnosi di tumore al pancreas in Italia. Dal 2002 al 2017 il numero è cresciuto del 59%, passando da 8602 a 13700, con una diversa distribuzione geografica tra Nord e Sud. A ricordarlo, in occasione della quarta Giornata mondiale sul Tumore al Pancreas, il 16 novembre, è l'Aiom, l'Associazione italiana di Oncologia medica.  

 

Questo tumore, fra i più aggressivi e con una prognosi sfavorevole, colpisce infatti maggiormente la popolazione delle regioni settentrionali: al Sud l'incidenza è inferiore del 25% tra gli uomini e del 28% tra le donne. Un contributo arriva dalle diverse abitudini alimentari: un forte consumo di frutta e verdura, che caratterizza la Dieta mediterranea, sembra avere un effetto protettivo nei confronti del rischio oncologico per questa neoplasia.  

 

Tra i fattori di rischio modificabili, invece, ci sono la dipendenza dal fumo di sigaretta, cui è imputabile fino al 30% delle diagnsoi di tumori al pancreas negli uomini e il 10% nelle donne, l'obesità e la sedentarietà. La giornata mondiale è dunque un momento importante per ricordare l'importanza di stili di vita corretti per la prevenzione di un tumore che spesso viene diagnosticato in fase avanza: solo il 7% dei casi infatti è individuato in uno stadio iniziale, ricorda l'associazione.

 

Foto: © Sebastian Kaulitzki - Fotolia.com

 

di red.
Pubblicato il 16/11/2017