Logo salute24

Malattie rare, dal Servizio sanitario nazionale poco più dell'1% della spesa totale

Per il Servizio sanitario nazionale un malato raro costa quanto un malato con due patologie croniche. Della spesa totale è destinato l'1,2% per la diagnosi e il trattamento di queste malattie. Circa 1,35 miliardi di euro è dunque la spesa complessiva sostenuta dalle casse dello Stato per i malati rari esenti. Sono alcuni dati diffusi da Ossfor, l'Osservatorio Farmaci Orfani che ha elaborato il primo rapporto sull'impatto economico di queste patologie.  

 

I farmaci orfani sono medicinali destinati al trattamento di una malattia rara. 

 

Secondo la definizione adottata in ambito europero, una malattia è rara quando colpisce 5 individui ogni 10.000. In Italia – è emerso dai dati di Ossfor – i malati rari esenti sono circa lo 0,5% della popolazione, non meno di 270 mila e non oltre 322 mila, all'incirca. Tra i due sessi si registrano più diagnosi di malattie rare fra le donne mentre per fascia d'età sono interessati in particolare gli adolescenti (da 0 a 19 anni) e gli adulti tra i 40 e i 49 anni. 

 

La spesa pro-capite sostenuta dal Servizio sanitario nazionale rientra nel range di 4.217-5.003 euro, che comprende farmaceutica convenzionata e in File F, diagnostica, analisi di laboratorio, visite, ricoveri ordinari e diurni.

 

Foto: © grafikplusfoto - Fotolia.com

di Vito Miraglia
Pubblicato il 04/12/2017