Logo salute24

L'adolescenza dura fino a 24 anni

La durata dell'adolescenza si è estesa: adesso comincia intorno ai 10 anni e si conclude intorno ai 24 anni. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista The Lancet - Child & Adolescent Health dai ricercatori del Royal Children's Hospital e dell’Università di Melbourne (Australia), secondo cui al giorno d’oggi i ragazzi diventano adolescenti in anticipo ed entrano nell’età adulta in ritardo rispetto al passato.

 

Gli autori osservano che l’inizio della pubertà avviene quando nel cervello l'ipotalamo comincia a rilasciare un ormone che attiva la ghiandola pituitaria e le gonadi. In precedenza questo fenomeno si verificava intorno ai 14 anni, ma il miglioramento della salute e dell’alimentazione ha fatto sì che in gran parte del mondo oggi accada intorno a 10 anni. Di conseguenza, negli ultimi 150 anni in molti paesi industrializzati l'età media della prima mestruazione è scesa di quattro anni, e si aggira tra i 12-13 anni per la metà delle ragazzine.

 

I ricercatori precisano, inoltre, che l’età in cui un adolescente entra nella vita adulta si attesta intorno ai 24 anni. Lo dimostrerebbero sia elementi biologici, sia fattori sociali. Innanzitutto, sottolineano che il corpo umano continua a crescere anche dopo il compimento dei 19 anni. Per esempio, il cervello continua a maturare anche dopo i 20 anni, mentre i denti del giudizio possono comparire fino ai 25 anni. Ma l’estensione della durata dell’adolescenza è dovuta anche ai cambiamenti sociali che si sono verificati negli ultimi decenni: i giovani di oggi tendono a sposarsi, a fare figli e a rendersi indipendenti dai genitori molto più tardi rispetto al passato.

 

Sulla base di queste considerazioni, gli autori ritengono che sarebbe opportuno modificare la definizione di adolescenza, per rendere le leggi più appropriate alle effettive condizioni dei giovani di oggi. “Sebbene molti privilegi legali associati all’età adulta inizino a 18 anni, l'adozione dei ruoli e delle responsabilità tipici degli adulti avviene in genere più tardi - osserva Susan Sawyer, che ha diretto lo studio -. Le definizioni delle età sono sempre arbitrarie, ma la nostra attuale definizione di adolescenza è eccessivamente limitata. La fascia d'età 10-24 anni è maggiormente adatta allo sviluppo degli adolescenti di oggi”.

 

Foto: Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 23/01/2018