Logo salute24

Obesità: dieta ricca di fibre previene sindrome metabolica

Una dieta ricca di fibre potrebbe aiutare a prevenire obesità, sindrome metabolica e disturbi intestinali. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Cell Host & Microbe da un gruppo di ricerca statunitense coordinato da Andrew T. Gewirtz della Georgia State University di Atlanta, secondo cui il consumo regolare di fibre promuoverebbe la crescita di batteri “buoni” nel colon, riducendo gli effetti collaterali provocati da un regime alimentare ricco di grassi.

 

Gli scienziati hanno nutrito per quattro settimane tre gruppi di topi con una dieta a base di cereali, con un’alimentazione ricca di grassi (caratterizzata da un alto contenuto di grassi e da un basso contenuto di fibre) oppure con un regime alimentare ricco di grassi e fibre. Al termine della sperimentazione, hanno osservato che i roditori alimentati con la dieta ricca di grassi erano diventati obesi. Invece, gli animali che avevano seguito il regime alimentare ricco di grassi e fibre mostravano un minore aumento di peso e meno obesità, insieme a una riduzione delle dimensioni delle cellule adipose. Inoltre, presentavano livelli più bassi di colesterolo e avevano minori probabilità di avere livelli anomali di zuccheri nel sangue.

 

Secondo gli esperti, il consumo regolare di fibre era stato in grado di proteggere gli animali dagli effetti negativi determinati da una dieta ricca di grassi. Il merito, a loro avviso, sarebbe della fibra fermentabile chiamata inulina, che avrebbe la capacità di prevenire la sindrome metabolica indotta da un’alimentazione ad alto contenuto di grassi e di ripristinare la salute dell'intestino. L’inulina sarebbe, infatti, in grado di aumentare la presenza di batteri buoni nell’intestino e di aumentare la produzione di cellule epiteliali intestinali, concludono gli esperti.

 

di n.c.
Pubblicato il 25/01/2018

potrebbe interessarti anche: