Logo salute24

Latte vegetale? Il più nutriente è quello di soia

Tra i diversi tipi di latte vegetale, quello di soia sarebbe il migliore dal punto di vista nutrizionale. Lo sostengono i ricercatori della McGill University di Sainte-Anne-de-Bellevue (Canada) che, in uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Food Science Technology, hanno esaminato le proprietà del latte di mandorla, del latte di soia, del latte di riso e del latte di cocco, e ne hanno confrontato i valori nutrizionali con quelli del latte vaccino

 

In particolare, gli autori hanno analizzato il profilo nutrizionale delle quattro bevande vegetali non zuccherate, in porzioni da 240 ml. L’indagine ha dimostrato che subito dopo il latte vaccino - che continua a essere il più nutriente -, il più equilibrato dal punto di vista nutrizionale è il latte di soia. Questa bevanda, inoltre, contiene fitonutrienti chiamati isoflavoni, che hanno proprietà anti-cancerogene. Ma possiede qualche difetto: un sapore non gradito a tutti e la presenza di antinutrienti, sostanze che riducono  o interferiscono con l'assorbimento di alcuni nutrienti.

 

Gli esperti precisano che il latte di riso è caratterizzato da un sapore dolce ma un contenuto nutrizionale relativamente scarso. Privo di lattosio, può rappresentare un’alternativa per le persone che sono allergiche ai semi di soia e alle mandorle. Il latte di cocco, invece, è privo di proteine e contiene poche calorie, ma la maggior parte derivano dai grassi. Il consumo regolare di questa bevande può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo cattivo, ma se viene conservato per più di due mesi i suoi valori nutrizionali si riducono. Infine, il latte di mandorla possiede un alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi, che sono considerati utili nella gestione del peso e per dimagrire. Queste sostanze aiutano anche a ridurre il colesterolo cattivo. Tuttavia, per fornire nutrienti essenziali, la bevande necessita di fonti complementari di cibo.

 

I ricercatori aggiungono che il latte vaccino costituisce un alimento sano e completo, che fornisce tutti i principali nutrienti, come grassi, carboidrati e proteine. Possiede caratteristiche antimicrobiche, ma può creare disturbi alle persone che soffrono d’intolleranza al lattosio, causata dell'assenza o dalla carenza dell'enzima lattasi all’interno dell’apparato digestivo. Gli scienziati concludono che sarà necessario condurre ulteriori ricerche per comprendere gli effetti dei vari metodi di lavorazione tradizionali e innovativi sul profilo nutrizionale, il sapore e la consistenza delle quattro tipologie di latte vegetale.

 

Foto: Pixbay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 14/02/2018

potrebbe interessarti anche: