Logo salute24

Stare in piedi aiuta a perdere peso

Trascorrere molte ore al giorno in piedi potrebbe aiutare a perdere peso. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista European Journal of Preventive Cardiology dai ricercatori della Mayo Clinic di Rochester (Usa), secondo cui una persona che pesa 65 kg potrebbe perdere fino a 10 chilogrammi in quattro anni semplicemente stando in piedi, anziché restando seduta, per sei ore al giorno.

 

Gli autori sottolineano che la sedentarietà è collegata all’aumento della diffusione di obesità, malattie cardiovascolari e diabete. Osservano che gli europei tendono a trascorrere seduti fino a sette ore al giorno, e che anche le persone fisicamente attive possono passare la maggior parte della giornata su una sedia. Per verificare se trascorrere del tempo in piedi permette di bruciare più calorie rispetto allo stare seduti, i ricercatori hanno esaminato i risultati di 46 studi che avevano coinvolto 1.184 individui. I partecipanti avevano un’età media di 33 anni, un indice medio di massa corporea pari a 24 kg/m2 (normopeso) e un peso di 65 kg.

 

Al termine dell’analisi, i ricercatori hanno scoperto che restando in piedi, i volontari bruciavano 0,15 kcal al minuto in più rispetto a quando erano seduti. Pertanto, hanno calcolato che una persona di 65 kg consumerebbe 54 kcal in più al giorno se trascorresse quotidianamente sei ore in piedi anziché stando seduta. Inoltre, se nel tempo l’apporto calorico quotidiano restasse lo stesso, quest’individuo potrebbe perdere 2,5 kg in un anno e 10 kg in quattro anni. Non è tutto: secondo gli autori, il divario nel dispendio energetico esistente tra la posizione eretta e quella seduta potrebbe essere persino maggiore di quello rilevato. I partecipanti coinvolti nelle ricerche, infatti, erano fermi, mentre in realtà le persone tendono a compiere piccoli movimenti mentre stanno in piedi. 

 

“I nostri risultati potrebbero essere sottostimati, perché quando le persone stanno in piedi tendono a fare movimenti spontanei, come spostare il peso da un piede all'altro o oscillare, facendo piccoli passi avanti e indietro – spiega Francisco Lopez-Jimenez, che ha coordinato l’indagine -. Stare in piedi non permette solo di bruciare più calorie, ma comporta un'attività muscolare aggiuntiva che risulta legata a tassi più bassi di infarto, ictus e diabete, per cui i vantaggi derivanti dallo stare in piedi potrebbero andare oltre il controllo del peso”. 

 

Foto: Pixabay

di Nadia Comerci
Pubblicato il 02/02/2018