Logo salute24
05-02-2018

Bambin Gesù: terapia genica contro la leucemia


Presso l'ospedale Bambin Gesù di Roma è stato curato con una nuova terapia genica un bambino di quattro anni affetto da leucemia linfoblastica acuta, refrattario alle terapie convenzionali. Si tratta del primo paziente italiano su cui è stato impiegato questo approccio all’interno di uno studio accademico, che è stato promosso dal Ministero della Salute, dalla Regione Lazio e dall’Airc. A un mese di distanza dall’intervento, il piccolo paziente è stato dimesso dal nosocomio in buone condizioni di salute.


In passato il bimbo era andato incontro a due ricadute: la prima dopo aver subito un trattamento chemioterapico, mentre la seconda dopo aver ricevuto un trapianto di midollo osseo da donatore esterno. Dato che le terapie tradizionali su di lui non hanno funzionato, i medici dell’ospedale romano hanno deciso di sottoporlo a una nuova terapia genica, che prevede la manipolazione genetica delle cellule del sistema immunitario chiamate linfociti, in modo da renderle capaci di riconoscere e attaccare il tumore. Dopo un mese dall’infusione delle cellule riprogrammate, i medici hanno comunicato che il bimbo sta bene e che nel suo midollo non sono più presenti cellule leucemiche


 

potrebbe interessarti anche: