Logo salute24

Tè caldo? Meglio non troppo. A rischio l'esofago

È noto che bere tè fa bene alla salute, ma occorre prestare attenzione alla sua temperatura: l’assunzione frequente di tè bollente potrebbe, infatti, aumentare fino a cinque volte il rischio di cancro all'esofago tra le persone che fumano e consumano troppi alcolici. Lo evidenzia una ricerca pubblicata sulla rivista Annals of Internal Medicine dagli scienziati cinesi della National Natural Science Foundation of China e del National Key Research and Development Program, secondo cui l’incidenza di questo tumore sarebbe particolarmente elevata fra la popolazione maschile della Cina, dove sono numerosi gli uomini che oltre a bere tè consumano prodotti del tabacco e molte bevande alcoliche.

 

Nel corso della ricerca, gli autori hanno monitorato per circa 9,2 anni lo stato di salute di 456.155 persone di età compresa fra 30 e 79 anni, che avevano preso parte allo studio “China kadoorie biobank (Ckb)”. L’indagine ha permesso d’individuare l’esistenza di un'associazione tra l’assunzione regolare di tè caldo, il consumo frequente ed eccessivo di alcol, il fumo e il rischio di cancro esofageo. In particolare, è emerso che i partecipanti che fumavano e bevevano spesso tè bollente e alcolici correvano un pericolo cinque volte maggiore di sviluppare questa malattia rispetto ai volontari che non lo facevano. 

 

Gli esperti hanno osservato, tuttavia, che le probabilità d’incorrere nel tumore all’esofago non risultavano più elevate tra i soggetti che bevevano il tè caldo, ma non avevano l’abitudine di fumare o consumare troppe bevande alcoliche. Pertanto, consigliano di limitare l’assunzione di tè a temperature troppo elevate alle persone che tendono a bere spesso alcolici e che hanno il vizio del fumo.

 

Foto: © Africa Studio - Fotolia

di Nadia Comerci
Pubblicato il 07/02/2018

potrebbe interessarti anche: