Logo salute24
12-02-2018

Ricerca: ovociti umani per la prima volta riprodotti in laboratorio


Per la prima volta gli ovociti umani sono stati coltivati in laboratorio per tutto il periodo necessario a completare il processo di maturazione. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Molecular Human Reproduction dagli scienziati del Royal Hospital for Sick Children  e del Royal Infirmary di Edinburgo (Scozia) e del Center of Human Reproduction di New York (Usa), secondo cui la sperimentazione potrebbe avere importanti ripercussioni per il futuro della fertilità e della medicina rigenerativa.


Dopo circa 30 anni di studi, i ricercatori sono stati in grado di trovare la dose ideale di sostanze che permette agli ovuli di maturare e di reagire alla fecondazione. Durante l’esperimento, gli ovociti umani sono stati coltivati dal primo stadio di sviluppo fino alla piena maturità. Il passo successivo, spiegano gli scienziati, consisterà nel verificare se gli ovociti maturi godono di buona salute e sono in grado di essere fecondati. La scoperta potrebbe essere d'aiuto alle donne infertili, a quelle che soffrono di menopausa precoce o a quelle colpite da un tumore, che vorrebbero avere dei figli dopo avere subito la chemioterapia.


“Essere in grado di far sviluppare ovociti umani in laboratorio potrebbe estendere la portata degli attuali trattamenti per la fertilità - afferma Evelyn Telfer, che ha coordinato l’indagine -. Adesso stiamo ottimizzando l'insieme di sostanze nelle quali gli ovociti vengono coltivati e stiamo cercando di capire se gli ovociti sono del tutto sani”.