Logo salute24

Ricerca: isolato il gene dell'apprendimento

Individuato il gene responsabile dell'apprendimento: senza di esso sarebbe impossibile memorizzare nuove informazioni. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista JNeurosci dagli scienziati della Weill Cornell Medicine of Cornell University  di New York (Usa), secondo cui i topi privi del gene Crbn non sarebbero in grado di ricordare, e quindi completare, i percorsi presenti all’interno dei labirinti.

 

I ricercatori spiegano che una mutazione nel gene Crbn provoca nell'uomo un tipo di disabilità intellettiva definita da un basso quoziente d'intelligenza. Precisano che la disabilità intellettiva è stata studiata nel contesto di disturbi complessi come l’autismo, la sindrome dell’X Fragile e la sindrome di Down che si verificano in concomitanza con altre condizioni, e questo ha reso difficile comprendere in modo selettivo l’origine del deficit cognitivo.

 

Nel corso della sperimentazione, gli scienziati hanno privato alcuni roditori del gene Crbn e ne hanno monitorato il comportamento. Hanno così scoperto che rispetto ai topi normali, questi animali trovavano difficoltà a muoversi all’interno dei labirinti progettati per testare le abilità di apprendimento e memoria. Dato che queste due capacità dipendono dall'ippocampo, gli studiosi hanno provato a somministrare ai roditori un composto che inibisce l'attività di un enzima presente in quest'area del cervello. Hanno quindi osservato che la sostanza era in grado di migliorare i deficit di apprendimento e memoria.

 

Gli autori non hanno rilevato differenze nel comportamento sociale e nelle preferenze dei topi privi di Crbn  rispetto agli altri, né la tendenza ad adottare atteggiamenti ripetitivi. Pertanto, ritengono che il gene non sarebbe associato ai comportamenti che spesso si verificano insieme alla disabilità intellettiva, come nell'autismo.

 

Foto: © nobeastsofierce - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 21/02/2018

potrebbe interessarti anche: