Logo salute24

Contro la carie e le gengiviti? I polifenoli del vino

Bere un bicchiere di vino potrebbe proteggere la salute del cavo orale: i polifenoli che vi sono contenuti sarebbero, infatti, in grado di prevenire carie e gengiviti. Lo suggerisce uno studio spagnolo pubblicato sulla rivista Journal of Agricultural and Food Chemistry dai ricercatori dell’Instituto de Investigación en Ciencias de la Alimentación di Madrid, secondo cui questi composti – in particolare l’acido caffeico e l’acido cumarico – avrebbero la capacità d’impedire ai batteri patogeni di aderire ai denti e ai tessuti gengivali.

 

Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno verificato l'effetto esercitato dai due polifenoli, da un estratto di semi d'uva e da un estratto di vino rosso sui batteri che si attaccano ai denti e alle gengive e sono responsabili di placca, carie e parodontite (infiammazione delle gengive). In particolare, hanno somministrato questi composti su alcuni campioni di tessuto dentale e gengivale in provetta. Al termine dell’esperimento, hanno osservato che l’acido caffeico e l’acido cumarico erano stati maggiormente in grado, rispetto ai due estratti, di ridurre la capacità dei batteri di aderire alle cellule di denti e gengive.

 

Inoltre, quando gli studiosi hanno utilizzato i due polifenoli in combinazione con lo Streptococcus dentisani  - un probiotico del cavo orale -, hanno osservato che la loro capacità di respingere i batteri patogeni era ancora più forte. Infine, gli esperti hanno osservato che anche i metaboliti che si formano nella bocca durante le prime fasi di digestione dei due polifenoli potrebbero proteggere il cavo orale dagli attacchi batterici, aiutandolo a restare in salute.

 

Foto: © Igor Normann - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 26/02/2018